Giovedì 24 Aprile 2014
ALTRE NOTIZIE
25 Apr 2014 20:45
Serie A TIM 2013-2014
  VS  
Roma   Milan
[ Precedenti ]
MILAN-LIVORNO, IL MIGLIORE IN CAMPO
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

Daily Network
© 2014
ALTRE NOTIZIE

L'insostenibile pesantezza dell'assegno. E tenersi Thiago Silva

15.06.2012 23:15 di Antonio Vitiello  articolo letto 6810 volte
Fonte: di Andrea Losapio per Tmw
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews

Il cheque era di quelli importanti. Quarantasei milioni per un difensore non sono noccioline, bensì rappresentano l'assegno più importante di tutti i tempi per uno che ha il compito di evitare i gol - più semplice che segnarli - e che non ha mai giocato nemmeno un Mondiale da titolare. Thiago Silva ha davanti a sé un lungo cammino calcistico, perché non è stato spremuto alle sue prime stagioni, uscendo tardi anche per colpa di una tubercolosi, di conseguenza avendo una parabola più lunga rispetto a molti suoi colleghi esplosi prestissimo. C'è chi parla di dieci anni, realisticamente rimarrà il migliore dei prossimi cinque e poi cederà il passo.
In ogni caso, l'ultima settimana è stata surreale. Dalle colonne del Parisien a L'Equipe, il balletto delle cifre, il viaggio di Galliani, il bilancio.
Capiamoci, il fair play finanziario entrerà in vigore solamente nel 2015, adesso c'è da capire quali sono i parametri per non avere problemi. E' vero che l'esclusione dalle coppe europee passerebbe solamente a partire dal -45 milioni alla voce bilancio (prima solo ammende e possibilità di ripianare) il Milan ci rientra già. Perché, rispetto ai 67 milioni di debito dell'anno scorso, ha molti meno contratti pesanti da onorare. Una quarantina di milioni circa. Portando un passivo, così come sono le cose, di una ventina. Ecco perché Thiago Silva può rimanere a Milano, nonostante la sentenza Mondadori, nonostante i "guai" finanziari di Berlusconi, nonostante la presenza dei figli che vorrebbero tirare il freno. Il brasiliano era una mossa - probabilmente irripetibile - per mettere a posto il bilancio di quest'anno (e magari rendere più appetibile la società per un'entrata di qualche ricco magnate) e forse dell'anno prossimo. La sicurezza la si avrebbe però cedendo Ibrahimovic, portando di fatto gli stipendi a quasi un terzo del fatturato: una spesa assolutamente sostenibile per la società Milan, che solo l'anno appena trascorso metteva sul piatto il 70% del fatturato per gli ingaggi.
Insomma, Thiago Silva e Ibrahimovic si possono mantenere nonostante il fair play finanziario, ma non per avere una società pienamente in attivo. I figli della reggenza ci stanno pensando insistentemente, anche perché un aumento del brasiliano (che potrà prendere quanto Robinho, cioè quattro milioni lordi in più rispetto all'ultima stagione) porterebbe un nuovo esborso in casa Milan. Se i tifosi vogliono mercato, devono aspettarsi almeno una - se non due - cessione importante, giacché Thiago Silva è stato tolto dalla piazza. Ci finirà qualcun altro. Quello però che non capisco, coupe du theatre a parte, è come fare a pensare di potere riempire lo stadio l'anno prossimo, senza spostare di una virgola la rosa. Saranno anche meno. L'unica possibilità è passare dal via, ritirare le venti mila lire e poi passare all'acquisto, come nel Monopoli: ma si rischia di non permettersi più il Parco della Vittoria, ma solo Vicolo Corto.


Altre notizie - Altre Notizie
Altre notizie
 

IL MILAN NON PUÒ RINUNCIARE ALL'EUROPA. SE SARANNO PRELIMINARI, SERVE LA PROFESSIONALITÀ DELL'ESTATE DEL 2006. FINALMENTE I GOL SU CALCIO PIAZZATO

Come mi sarebbe piaciuto affrontare  oggi l’Atletico Madrid. Negli ultimi giorni ho visto, al Louis II di Montecarlo,  il match tra la squadra seconda in classifica del campionato francese, il  Monaco contro il Nizza e martedì, in tv,  la par...
Titoli contro fatturato. Vittorie in campo contro aumento degli introiti derivanti da operazioni di marketing e merchandising. Le parole di Barbara Berlusconi non lasciano adito a molti dubbi sulla direzione in cui vuole orientarsi la gestione futura del Milan. Addio quindi ai re...
Milan-Livorno 3-0 (2)

ESCLUSIVA MN - TAIBI: "MILAN, CON AGAZZI VAI AL SICURO. MA IL TALENTO IN PORTA CE L'HAI GIÀ"

Ai microfoni di MilanNews.it Massimo Taibi fa il punto della situazione in casa rossonera, soprattutto circa il futuro dei po...

BALOTELLI FA IL BOMBER, TAARABT STRAPPA APPLAUSI E CONSENSI. CONSTANT ASSIST-MAN, BENTORNATO PAZZO

Abbiati 6 - Mai chiamato in causa per l'intera durata del match, partita da vero spettatore. Abate 6 - Spinge molto su...

PRIMAVERA, UDINESE-MILAN: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

La CAN Pro ha reso nota la designazione di Udinese-Milan, gara valida per la dodicesima giornata del girone B del campionato ...

E' DOLCE LA PASQUA ROSSONERA DOPO UNA LUNGA QUARESIMA

Nell'uovo di Pasqua i tifosi rossoneri trovano tante sorprese: tre gol (Balotelli, Taarabt e Pazzini gli autori), altri t...

EUROPA LEAGUE, I LETTORI DI MILANNEWS.IT CREDONO NELLA RIMONTA

I lettori di MilanNews.it, intervenuti tramite sondaggio prima di Genoa-Milan, hanno espresso parere ottimistico in relazione...

LA LETTERA DEL TIFOSO: "RIPARTIAMO DAI GIOVANI" DI LEONARDO

Cari amici di Milan news, scrivo non per lamentarmi perché tanto ormai si è  capito che è solo fi...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 24 Aprile 2014.
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy