VERSIONE MOBILE
tmw
 Lunedì 20 Ottobre 2014
ALTRE NOTIZIE
26 Ott 2014 20:45
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Milan   Fiorentina
[ Precedenti ]
VERONA-MILAN, IL MIGLIORE IN CAMPO
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

ALTRE NOTIZIE

Orrico pro-Allegri: "Inzaghi come puoi giudicarlo?"

21.09.2012 18:45 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello  articolo letto 7268 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

"Non è certo Massimiliano Allegri l'unico colpevole per i problemi del Milan". Difende il lavoro del tecnico rossonero mister Corrado Orrico, che ai microfoni di TMW delinea quello che secondo il suo punto di vista era una scenario ampiamente prevedibile: "Era chiaro che dopo quello che è accaduto in estate - con le cessioni illustri di Ibrahimovic e Thiago Silva - il tecnico sarebbe diventato il capro espiatorio alle prime difficoltà. La verità è che ad Allegri è stata affidata una squadra nettamente più debole rispetto a quella dello scorso anno e questo inizio di stagione difficile era onestamente pronosticabile. Per uscire da questa situazione la squadra deve recuperare dei giocatori importanti come Pato e Robinho, ricompattare le forze e ritrovare fiducia. Ma inutile nascondere che i valori di questa squadra non sono certo quelli della scorsa stagione".

Torniamo ad Allegri. Il tecnico è stato al centro di un'episodio non certo piacevole con Filippo Inzaghi. Che idea si è fatto Orrico della vicenda?

"Questo episodio è solo la conferma di quanto Allegri sia ora nel centro del mirino della critica. Non ha mia avuto la piena fiducia dell'ambiente, nonostante i risultati ottenuti. Subisce attacchi da tutti i fronti anche da chi, come Filippo Inzaghi, ha iniziato a fare l'allenatore da qualche giorno. Onestamente Pippo non ha il diritto di giudicare il lavoro di Allegri, in questo modo ha creato tensioni che non fanno bene al Milan".


Altre notizie - Altre Notizie
Altre notizie
 

IL MILAN FORMATO GIAPPO FUNZIONA. STEPHAN, BEN VENGANO LE INCAZZATURE. L'ATTACCO E LE SCELTE DI PIPPO. È TEMPO DI DECIDERE. MERCATO: DUE NOMI DALL'ARGENTINA MA GLI SCOUT SONO ANCORA AL LAVORO

Il Milan sfata il tabù fatal Verona e, zitto zitto, mette in cascina tre punti pesantissimi per il suo cammino in campionato. Non saranno molte le dirette concorrenti per un posto europeo che riusciranno a sbancare il Bentegodi contro la squadra di Mandorlini e questa vitt...
Ormai la presenza del presidente Berlusconi a Milanello è diventata una certezza. Non sempre ha portato  ad una vittoria, ma dopo l’ultimo successo con il Chievo in casa Milan è tornata la fiducia. La squadra è consapevole di poter far bene e lo...
Hellas Verona-Milan 1-3

ESCLUSIVA MN - CHIARUGI: "MENEZ È UN FUORICLASSE, SE REGGE COSÌ IL MILAN SORPRENDERÀ. PARAMETRI ZERO? BASTA CRITICARE GALLIANI"

La redazione di MilanNews.it ha contattato l’ex giocatore del Milan, Luciano Chiarugi, per un commento sui primi 100...

PAGELLE - IL MILAN SULLA CRESTA DELL'HONDA SBANCA VERONA. ALEX E ABBIATI DA APPLAUSI

Queste le pagelle di Verona-Milan 1-3: Abbiati 7: Diego Lopez può rientrare senza problemi con calma contro la...

MN - MILAN PRIMAVERA: CROCIATA USCITO DALL’OSPEDALE, SETTE GIORNI DI RIPOSO ASSOLUTO

Giovanni Crociata, centrocampista della Primavera del Milan, uscito al 3’ minuto nel derby contro l’Inter per uno...

IL FATAL MILAN CORRE SULL'HONDA

Alzi la mano chi avrebbe detto sei mesi fa che a ottobre Honda sarebbe stato capocannoniere, non solo del Milan, ma di tutto...

SONDAGGIO MN - I LETTORI: "CONTRO IL VERONA 4-3-3 E BONAVENTURA MEZZ'ALA"

I lettori di MilanNews.it, intervenuti tramite sondaggio, hanno indicato il modulo migliore col quale affrontare la sfida col...

LA LETTERA DEL TIFOSO: "XAVI PER LA RINASCITA" DI JOHNNY

Se prendessimo XAVI dal Barcellona a gennaio risolveremmo i problemi del nostro Milan ed il terzo posto diventerebbe un...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 Ottobre 2014.
One di Dario Paolillo
CrozzoPizzo.it
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.