Berlusconi pensa sempre a Montella

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 14542 volte
Fonte: Alfredo Pedullà - alfredopedulla.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Berlusconi pensa sempre a Montella
La suggestione Di Francesco, sicuramente una situazione da seguire in prospettiva Milan. Soprattutto se il discorso con Mihajlovic andasse al capolinea già alla fine di questa stagione, malgrado un altro anno di contratto. I numeri oggi non sono a favore di Sinisa. Di Francesco va tenuto nella giusta considerazione, ma il pallino di Silvio Berlusconi si chiama Vincenzo Montella. Con l'avallo totale di Adriano Galliani. Montella piace al numero uno del club perché, contrariamente agli ultimi interpreti, gli consentirebbe di sviluppare quel famoso "possesso palla" che ritiene indispensabile per un immediato salto di qualità dal punto di vista tattico. Le difficoltà incontrate in casa Samp sono facilmente spiegabili: Montella non è uno da treno in corsa e poi deve avere i calciatori giusti per poter imporre il suo credo. Il contratto con la Samp scade nel 2018, ma il particolare illuminante si riferisce al ridimensionamento della clausola da circa cinque milioni che aveva a Firenze. Particolare che aveva sbarrato le porte in passato. Ora la clausola è da un milione e mezzo, soprattutto la Samp non potrebbe opporsi se arrivasse la proposta di un grande club. E Montella resta sempre molto considerato in casa Milan. La situazione resta comunque fluida, il primo passaggio sarà chiaramente quello collegato a Mihajlovic. Donadoni? Fin qui c'è stata una perplessità della proprietà, se gli scenari dovessero mutare...