Van Bommel: "Mai avrei pensato di arrivare a 500 presenze, da piccolo tifavo Milan per i 3 olandesi"

 di Federico Gambaro  articolo letto 4064 volte
Fonte: acmilan.com
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Van Bommel: "Mai avrei pensato di arrivare a 500 presenze, da piccolo tifavo Milan per i 3 olandesi"

Intervistato da "Milan Channel", il campione olandese ha raccontato alcuni aneddoti e trascorsi della sua carriera da calciatore che toccato le 500 presenze in gare ufficiali: "Quando ho iniziato a fare il calciatore non avrei mai pensato di riuscire a collezionare 500 presenze e oltre! Devo solo essere contento perchè peno che 500 sia un buon numero. Nella mia carriera ho giocato con molti campioni, ma se devo fare un nome il più forte con cui abbia giocato è Luc Nilis. Eravamo al PSV e lui era il nostro trequartista dai piedi ottimi. Sapeva tirare le punizioni e i calci d'angolo benissimo, ma poi la sua carriera si è interrotta per un gravissimo infortunio nel quale ha anche rischiato di perdere la gamba. Da piccolo tifavo Milan proprio perchè c'erano i tre Olandesi Gullit, Van Basten e Rijkaard e a casa ho anche le foto in cui indosso la maglia del Milan. La partita più difficile che abbia mai disputato? La finale del Mondiale 2010. L'Olanda non ha giocato bene, ma so che potevamo vincerla contro la Spagna. Robben ha avuto un paio di occasioni ma poi ci ha pensato Iniesta nei tempi supplementari a garantire il successo agli spagnoli. Quando sarò grande mi piacerebbe tanto fare l'allenatore, ma c'è ancora tempo".