ESCLUSIVA MN - Albertosi: "Giusto cambiare Montella senza una vittoria a Verona. Rosso a Bonucci? Spesso è giallo in casi simili..."

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 24133 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
ESCLUSIVA MN - Albertosi: "Giusto cambiare Montella senza una vittoria a Verona. Rosso a Bonucci? Spesso è giallo in casi simili..."

La redazione di MilanNews.it ha contattato Enrico Albertosi. Con lo storico ex portiere rossonero abbiamo parlato della crisi di risultati del Milan, dell'espulsione di Bonucci, del futuro di Montella e della stagione che sta vivendo Donnarumma.

Cosa sta succedendo al Milan?
"Il Milan è in difficoltà. E' un momento in cui gli gira anche tutto male: crea occasioni da gol, ma non riesce a farne. Mentre spesso, basti pensare al derby, alla prima occasione in cui attaccano gli avversari riescono a segnare. Non so se è il nervosismo che ha la squadra o quello che gli trasmettono anche i tifosi, che vorrebbero che giocassero meglio. Se il calciatore non si sente un attimino protetto va in crisi".

Un giudizio sulla gomitata di Bonucci a Rosi, giusta l'espulsione?
"La gomitata gliel'ha data. E' chiaro che, in mischia, succede tante volte che si prenda una gomitata, ma che al massimo l'arbitro lo ammonisca. Invece stavolta c'è stata l'espulsione. Detto questo, il Milan poi non ha giocato male dopo il rosso a Bonucci. Per cui, non penso che il pareggio contro il Genoa sia da imputare all'espulsione del capitano rossonero. E' un momento delicato che il Milan deve superare, perchè è stata fatta una campagna acquisti faraonica. I giocatori ci sono, non riesco a spiegarmi come mai giochino così male".

Domani nuovamente in campo contro il Chievo Verona. Montella rischia seriamente?
"Certamente se il Milan non dovesse riuscire nuovamente a conquistare i 3 punti neanche contro il Chievo Verona io credo che la società debba prendere delle decisioni. Sarebbe giusto cambiare allenatore? Credo di sì".

Sta vedendo il solito Donnarumma ammirato nella scorsa stagione o ha qualcosa in meno anche lui?
"E' chiaro che quando le cose non girano bene anche il portiere ci vada un po' di mezzo. Per il momento, però. lo vedo tranquillo, ha fatto il suo. Quest'anno deve riuscire a confermare tutto quanto di buono ha fatto l'anno scorso. Dev'essere consapevole che, quest'anno, non gli si perdonerà più niente, a differenza dell'anno scorso in cui aveva la scusante di essere giovane e inesperto. Adesso, invece, ha fatto tante partite".