ESCLUSIVA MN - Criscitiello: "Milan, la Coppa Italia non salverebbe la stagione. Balo non merita nemmeno di giocare nei dilettanti..."

 di Cristian Longo Twitter:   articolo letto 23596 volte
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA MN - Criscitiello: "Milan, la Coppa Italia non salverebbe la stagione. Balo non merita nemmeno di giocare nei dilettanti..."

La redazione di MilanNews.it ha contattato il direttore di Sportitalia Michele Criscitiello. Con lui abbiamo parlato del pareggio a Verona contro Il Chievo, del futuro di Sinisa Mihajlovic, di Balotelli e dell'ordine da ritrovare in società e nello spogliatorio rossonero...

 Pareggio del Milan ieri contro Il Chievo: passo avanti o indietro rispetto al Sassuolo?

"Altro netto passo indietro rispetto alle precedenti partite. I giocatori sembrano aver mollato la presa. Aggiungo un mio pensiero: la Coppa italia non può salvare la stagione. Per come si è arrivati, facilmente, in finale non si può parlare di traguardo raggiunto se non si vince il trofeo. E contro la Juventus sarà tutt'altro che facile".

Futuro di Mihajlovic: il Milan deve continuare con lui o deve cercare un sostituto?

"Deve continuare nesessariamente con lui. Il Milan deve intervenire non in panchina, ma per sistemare una situazione societaria che non è all’altezza del club e della sua storia. Anche perchè cosa fai? L’anno prossimo torni a cambiare e non prendi certo un allenatore migliore di Mihajlovic. E' una scelta che non avrebbe senso". 

A questo punto è chiaro che su Balotelli non si può fare affidamento. E’ d’accordo?

"Certo, non si può fare affidamento su di lui, Questo è l'ennesimo favore fatto a Raiola. Gente così non merita di giocare a calcio, neanche nei dilettanti. Politica del Milan deve essere quella di puntare sulla linea giovane, di dare spazio a gente come Locatelli e come Donnarumma e non certo come il 45 rossonero".

Pare che al Milan ci sia troppo caos : cosa bisogna fare per riportare ordine a questa squadra e permetterle di vincere dei trofei?

"C'è bisogno che Berlusconi faccia il Berlusconi e che Galliani faccia il deus ex machina in dirigenza, affiancato da un direttore sportivo e da una rete di scout all'altezza. Galliani è ancora una grande risorsa per questa società, ma a lui bisogna abbinare una figura che trovi i talenti di cui il Milan ha bisogno".