ESCLUSIVA MN - Pancaro: "Derby, pari il risultato più giusto. Troppi gol subiti, Montella però merita fiducia"

 di Redazione MilanNews Twitter:   articolo letto 12090 volte
Fonte: intervista di Antonio Vitiello
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Pancaro: "Derby, pari il risultato più giusto. Troppi gol subiti, Montella però merita fiducia"

Raggiunto in esclusiva da MilanNews.it per commentare il derby perso ieri dal Milan contro l'Inter, l'ex terzino rossonero Giuseppe Pancaro ha parlato così della stracittadina decisa da Icardi.

SUL MATCH - "Il risultato più giusto, per quello che si è visto in campo, poteva essere il pareggio. Meglio l'Inter nel primo tempo, molto bene il Milan nel secondo: quando la partita sembrava destinata al pari è stata decisa da un'ingenuità".

SUL CAMBIO DI ATTEGGIAMENTO DEL MILAN - "Credo abbia inciso molto non tanto il cambio dei giocatori, ma il modo di andare a prendere alta l'Inter. Nel primo tempo il Milan si abbassava troppo, Borini non riusciva mai a uscire alto sul loro terzino, e questo costringeva la squadra ad abbassarsi. Nel secondo tempo invece è cambiata la pressione che faceva il Milan, con Borini più alto, e questo ha permesso al Milan di prendere campo: l'Inter non riusciva più a palleggiare facilmente come nel primo tempo, e penso sia proprio questo l'aspetto principale. Oltre a quello psicologico, perchè Montella sostituendo un centrocampista con un attaccante ha fatto capire alla squadra che bisognasse fare qualcosa in più, attaccando meglio e giocando più alti".

SULLA POSIZIONE DI SUSO - "Penso che Suso sia un giocatore molto forte, che può giocare dalla metà campo in su in qualsiasi ruolo: normale che stando sul centro destra sfrutti meglio le sue qualità, ovvero quelle di venire dentro e concludere con il sinistro".

SU BONUCCI E SULLA FASE DIFENSIVA - "A prescindere dagli episodi specifici, il Milan sta prendendo qualche gol di troppo: sicuramente magari su questo aspetto Montella dovrà lavorare, penso che sia normale. Una squadra nuova, un reparto completamente nuovo, tanti giocatori non abituati a giocare a 3: ha bisogno di tempo e ciò che sta cercando di proporre, la sua idea di calcio, mi piace molto. Normale ci voglia un po' di tempo".

SUGLI ASPETTI POSITIVI E NEGATIVI - "Quello su cui bisogna lavorare di più è il subire meno gol, ne ha incassati troppi. Bisognerà lavorare su quello. L'aspetto positivo è il fatto che sia una squadra con grandi qualità tecniche, che cerca di proporre un calcio propositivo, fatto di possesso e dominio della palla: penso che la strada sia quella giusta, sia per idea che per i giocatori che la attuano, funzionali a quello che Montella vuole fare. Ma ci vuole tempo per raggiungere quello che l'allenatore vuole".

SU MONTELLA - "Fiducia in Montella? Assolutamente si, quando si cambia ci vuole tempo: se si vuole vincere e convincere, quindi attraverso il gioco, ci vuole tempo. Ha dimostrato di avere idee chiare, bisogna solamente dargli fiducia e lasciarlo continuare ad andare verso quella che è la sua idea, senza farsi influenzare da quella che può essere la pressione".

di Antonio Vitiello