Comi brilla e batte due colpi: il bomber c'è e si vede

 di Emiliano Cuppone  articolo letto 4978 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews
Comi brilla e batte due colpi: il bomber c'è e si vede

Nella rocambolesca sconfitta del Milan Primavera nel derby di semifinale, Gianmario Comi convince ancora una volta e di più.
Il bomber rossonero esce di scena con una doppietta che non è stata sufficiente a garantire il passaggio in finale, ma non ci sono solo i gol, poiché il figlio d’arte brilla per abnegazione e qualità che lo hanno posto all’attenzione dei più in questa stagione.
Comi lotta come un leone, fa a sportellate con chiunque gli capiti a tiro e finisce il match con i crampi dopo 90 minuti di qualità assoluta. Segna prima su rigore, arrivato da un’azione strepitosa di Hottor, ma la seconda rete è da bomber vero, stacco imperioso e colpo di testa poderoso che gela l’Inter.
Fra i due gol tanto lavoro sporco, servito poco e troppo spesso male, il numero 9 del diavolo si mette al servizio della squadra e colpisce puntuale appena ne ha l’occasione. Un giocatore che ha dimostrato lungo tutto l’arco della stagione di essere in possesso di qualità importanti, di una capacità realizzativa da goleador di razza e di un’intelligenza tattica da giocatore navigato, nonostante la giovanissima età.
Nel campionato Primavera Gianmario Comi fa la differenza e si vede, la speranza è che sappia ripetersi anche nel calcio dei grandi che potrebbe accoglierlo già la prossima stagione, perché il talento c’è e si vede, adesso il bomber merita una chance importante che sia al Milan, piuttosto che in prestito.