VERSIONE MOBILE
TMW  
 Giovedì 25 Agosto 2016
L'EDITORIALE
27 Ago 2016 20:45
Serie A TIM 2016-2017
  VS  
Napoli   Milan
[ Precedenti ]
MILAN AI NASTRI DI PARTENZA, COME POTREBBE FINIRE?
  
  
  
  
  
  

L'EDITORIALE

Galliani-Conte, via alle prime schermaglie

Giornalista, ideatore e conduttore di “Passione Rossonera” su Radio Radio, l’unico programma radiofonico esclusivamente dedicato al Milan
17.01.2016 00:00 di Fabrizio Tomasello Twitter:   articolo letto 47682 volte
Galliani-Conte, via alle prime schermaglie

Le parole pronunciate da Silvio Berlusconi alla vigilia di Milan-Fiorentina hanno avuto il potere balsamico di lenire momentaneamente le ansie di mister Mihajlovic, da troppo tempo sulla graticola e ormai pronto ad una seconda carriera da bagnino viste tutte le ultime spiagge costretto ad affrontare.
Ma che il destino del tecnico serbo per la prossima stagione sia segnato non è più un segreto per nessuno. Così come il fatto che il nome più ambito per la panchina rossonera sia quello di Antonio Conte, in scadenza di contratto con la Figc al termine di Euro 2016 e sempre più lontano da un possibile rinnovo. Soprattutto per colpa di Adriano Galliani.
È stato proprio l’ad, con la sua proposta di escludere i calciatori delle squadre impegnate nelle coppe europee (Juventus, Roma, Napoli, Fiorentina e Lazio ) dallo stage di febbraio voluto dall’attuale ct, a far andare su tutte le furie l’ex allenatore della Juventus che a questo punto - deluso e amareggiato - potrebbe davvero decidere di mollare tutto al ritorno dalla missione in Francia e dedicarsi alla sua personalissima rinascita alla guida di un club.
Che poi il club in questione possa essere proprio il Milan è un’ipotesi tutt’altro che trascurabile. Tanto che sorge il dubbio che la mossa di Galliani sia stato il primo astuto passo per allontanare Conte dal rinnovo con la Nazionale ed aprirgli le porte di Milanello con tutti gli onori del caso. 

Sul fronte mercato di gennaio, la clamorosa cessione di Luiz Adriano ai cinesi del Jiangsu Suning per circa 15 milioni di euro complessivi ha avuto del sensazionale. Ora, che dal punto di vista economico si sia trattato di una mossa più che conveniente per il Milan lo dicono i numeri: pagato 8 milioni sei mesi fa, rivenduto al doppio adesso. Ma è la strategia rossonera che continua ad essere incomprensibile. Avevamo appena finito di tessere le lodi dell’accoppiata Bacca-Luiz Adriano che puntualmente è stata smembrata. Ok, c’è Niang; è tornato il figliuol prodigo Prince Boateng; è appena rientrato da un lungo infortunio anche Mario Balotelli; e sembra in procinto di ricominciare a dar calci ad un pallone anche il capocannoniere della scorsa stagione Jeremy Menez. Ma la cessione di Luiz Adriano ha lasciato molti dubbi sia tra i tifosi che tra gli addetti ai lavori.
L’unica cosa che ha avuto il potere di far tornare il sorriso al popolo milanista è la notizia dei 15 milioni incassati, che dovrebbe consentire a Galliani di tentare l’affondo decisivo al centrocampista tanto desiderato a Milanello, Witsel, Fellaini o chissà chi altro. 
Dovrebbe, appunto. Perché all’orizzonte inizia a materializzarsi uno scenario tutt’altro che incoraggiante per la tifoseria rossonera: il soldi incassati per Luiz Adriano potrebbero servire a ripianare il mancato incasso relativo alla cessione di El Shaarawy al Monaco.
Il giovane attaccante savonese, pronto ad essere rispedito a casa come un pacco non gradito dai francesi del principato, sembrava in procinto di accettare la corte di Rudi Garcia e trasferirsi a Roma grazie ad un accordo già trovato tra Galliani e il diesse giallorosso Sabatini (2 milioni di prestito più 10 di riscatto obbligatorio dopo 10 presenze). Che fine abbia fatto il tecnico francese lo sappiamo tutti, ora a Trigoria c’è Luciano Spalletti e il futuro di El Shaarawy è tornato ad essere nebuloso più di un’alba gelida in piena pianura padana. 
Con buona pace dei tifosi del Milan che ancora continuano a sperare in un gennaio ricco di colpi di scena. Positivi, però.

Fino a qualche tempo fa le principali doti che si riconoscevano ad Adriano Galliani erano tempismo e discrezione. Quella straordinaria capacità di chiudere operazioni senza far trapelare la minima indiscrezione, anticipando concorrenti e seminando esperti ed osservatori di mercato. 
Oggi, segnale inequivocabile di come siano cambiati i tempi in Casa Milan, le trattative vere o presunte (più presunte che vere) vengono sbandierate senza la minima riservatezza e l’amministratore delegato si ritrova a fare un mercato “social”, quasi in compartecipazione con tutti coloro che abitualmente si ritrovano a chiedere lumi sul suo operato. 
È grazie a questa nuova - e alquanto discutibile - strategia che abbiamo scoperto il vero obiettivo della sessione invernale del mercato rossonero. Non che ci fossero dubbi, vista la pochezza delle trattative messe in piedi dall’ad, come al solito più impegnato a cercare di piazzare i numerosi esuberi che a impreziosire una rosa povera di qualità. Comunque oggi c’è un nome, ed è ufficiale: El Ghazi, esterno classe ’95 olandese di origini marocchine. E allora non resta che sperare nella bontà d’animo del fondo qatariota comproprietario del cartellino di Alessio Cerci e nella voglia di scommettere su Stephan El Shaarawy del nuovo allenatore della Roma Luciano Spalletti.
Solo così il mercato “social” del Milan potrà finalmente decollare.

Seguiteci su twitter (@radioradiomilan) e appuntamento a domenica prossima.
 


Altre notizie - L'editoriale
Altre notizie
 

NESSUNA SORPRESA. BACCA È UN CAMPIONE, DONNARUMMA È UN'EMOZIONE

Nessuna sorpresa. Bacca è un Campione, Donnarumma è un'emozione Dopo le strofe forti di Cecco Angiolieri, non era Guido Cavalcanti e chiedo scusa , i tifosi del Milan forse hanno cambiato idea. Non vogliono più  ardere il mondo  dopo la vittoria sul Torino ,ma  piuttosto intonare  dolci sonetti per cantare la buona ...
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
Campagna abbonamenti 2016-17: prosegue la prelazione specialeSi apre la seconda fase della campagna abbonamenti per la stagione 2016/17. Sarà sempre possibile per gli abbonati alla stagione 2015/2016 confermare il proprio posto. Inoltre da oggi pomeriggio sarà possibile: • per gli abbonati alla stagione 2015/2016...
Milan-Torino 3-2

MN - MILAN, IERI INCONTRO IN SEDE CON AGENTE MAURI: ANDRÀ VIA. SPUNTA L’EMPOLI: LE SOLUZIONI IN PRESTITO

MN - Milan, ieri incontro in sede con agente Mauri: andrà via. Spunta l’Empoli: le soluzioni in prestito   Si fa sempre più concreta l’idea del prestito per Jose Mauri, il centrocampista classe 1996 con l’arrivo...

MARCHETTI: "PER ROMAGNOLI UN'OFFERTA DAL CHELSEA NON È ANCORA ARRIVATA, AL MOMENTO PER IL MILAN È INCEDIBILE"

Marchetti: "Per Romagnoli un'offerta dal Chelsea non è ancora arrivata, al momento per il Milan è incedibile"Intervenuto negli studi di Sky Sport per parlare di mercato, anche in casa Milan, Luca Marchetti ha presentato la situazione...

PAGELLE - BACCA E GIGIO, FIRME D'AUTORE SULL'ESORDIO DI MONTELLA. MALE ROMAGNOLI

Pagelle - Bacca e Gigio, firme d'autore sull'esordio di Montella. Male RomagnoliQueste le pagelle di Milan-Torino 3-2 Donnarumma 8: viene impallinato prima da Belotti e poi da Baselli e, in entrambe le...

PRIMAVERA, GIRONE A: IL CALENDARIO COMPLETO DEL CAMPIONATO 2016-2017

Primavera, Girone A: il calendario completo del campionato 2016-2017Di seguito il calendario completo del Girone A del campionato Primavera 2016-2017, gruppo nel quale è presente anche...

SONDAGGIO MN - MILAN AI CINESI: CHI VORRESTE NELLA NUOVA SOCIETÀ?

SONDAGGIO MN - Milan ai cinesi: chi vorreste nella nuova società?Con il passaggio del Milan alla cordata cinese ci potrebbe essere anche un grande rimpasto a livello...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 Agosto 2016.
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI