VERSIONE MOBILE
tmw
 Domenica 23 Novembre 2014
L'EDITORIALE
23 Nov 2014 20:45
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Milan   Inter
[ Precedenti ]
SAMPDORIA-MILAN, IL MIGLIORE IN CAMPO
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  

L'EDITORIALE

Kakà, Borriello, Cassano, Matri, Rossi: ipotesi e bufale di un mercato-choc

Giornalista sportivo a Mediaset, è stato caporedattore di Tele+ (oggi Sky). Opinionista per Telenova e Milan Channel. I suoi libri: "Soianito", "La vita è una" con Martina Colombari, "Sembra facile" con Ugo Conti.
10.08.2012 00:00 di Luca Serafini  articolo letto 29131 volte
© foto di Pietro Mazzara

Real Madrid-Milan 5-1, secondo Massimiliano Allegri una "sconfitta salutare perché ridimensiona". O gli è sbocciato il sarcasmo di Liedholm, o bisogna seriamente preoccuparsi perché qualcuno dopo Schalke e Chelsea forse aveva incominciato a pensare in grande. La verità del calcio d'agosto è un insieme di verità: si parte dalla preparazione precaria, per arrivare inevitabilmente ai valori assoluti. C'è qualcosa di ingannevole e qualcosa di vero sempre e comunque, basta saper cogliere. In effetti col Real il primo tempo è stato soddisfacente, la differenza l'ha fatta soprattutto la qualità delle seconde linee, era capitato di perdere in amichevole a San Siro con il Real in precampionato subendo 5 gol con ben altro Milan in campo.
Quello che è certo è che essendosi prese tutte le attenzioni le cessioni di Ibrahimovic e Thiago Silva, si tende a dimenticare che in difesa se n'è andato anche Nesta (con Zambrotta, la migliore versione del quale era comunque da Juventus e Barcellona, non da Udinese e Villarreal...), a centrocampo Seedorf, Gattuso e Van Bommel, in attacco Inzaghi e Maxi Lopez. Risolta numericamente la faccenda in retroguardia e a centrocampo coi vari Acerbi e Zapata, in mezzo con Montolivo, Traorè, Constant e i ritorni di Flamini e Strasser (basteranno?), è in attacco che i conti non tornano ed è infatti per quel reparto che si lavora.
Capitolo Cassano. Il fatto che possa essere scontento del mercato, non è una colpa, anzi è uno stato d'animo vissuto da molti in squadra e tra i tifosi. Semmai bisogna interrogarsi sul fatto che, egoisticamente, Cassano dovrebbe sentirsi più responsabilizzato che sfiduciato. Il Milan gli ha dato fiducia due volte, prelevandolo dalla Samp con cui era in guerra e restituendolo alla vita e al calcio. Se fosse rimasto Ibra, se Pato dovesse riesplodere, data la fiducia che Allegri ha in Robinho - udite udite, sta segnando... - e in Boateng, per lui ci sarebbe stato posto? Non è vero che il Milan "l'ha offerto alla Roma", Sabatini è un grande manager, non altrettanto abile oratore. Quando e se il Milan vuole intavolare una qualsiasi trattativa, non manda in avanscoperta un agente Fifa: è Galliani ad alzare il telefono. Ora comunque Cassano decida alla svelta, senza attendere la chiusura della trattativa per Kakà. Quindi anche il capitolo Borriello è una bufala, a prescindere dal fatto che lui tornerebbe a piedi, i tifosi non lo vogliono e che guadagna più di 4 milioni netti l'anno. Ci ha detto in ogni caso che non ne sa niente, così pure il suo procuratore Tiberio Cavalleri, persona seria. Capitolo chiuso.
Capitolo Giuseppe Rossi. Una premessa: Allegri lavora a una variabile tattica priva del trequartista, con un attaccante centrale e due esterni. A nostro avviso ci sarebbe bisogno come il pane di un uomo d'area. Senza scomodare sogni folli di nomi improponibili (Tevez e Dzeko per esempio), basterebbero un Tiribocchi o un Pellissier, diremmo come caratteristiche, non fosse che invece questo ci pare il target del mercato su cui Arcore ha tarato l'asticella. Giuseppe Rossi segna molto - se sta bene -, ma sarebbe un altro piccoletto in affiancamento a Cassano, Pato e Robinho. L'Italia, il Barcellona, la Roma giocano bene senza punte da area di rigore, ma questo sottintende un dispendio di energie enorme per attaccanti e centrocampisti che si inseriscono. Tra l'altro, da anni sul mercato Pepito somiglia un po' alla novella romana della "sora Sofia, tutti la vonno, nessuno se la pija".

Capitolo Matri. La Juventus è già cascata nella trappola-Lucio, difficile che abbocchi a un altro amo come quello della cessione del suo (secondo noi e secondo i gol dell'ultima stagione) miglior attaccante, proprio ai rivali. Ma il ragazzo, milanista sfegatato, è esattamente quello che completerebbe alla perfezione - stiamo sempre parlando di caratteristiche - l'attacco rossonero.
Capitolo Kakà. Papà diceva sempre: piuttosto di niente, è meglio piuttosto. La trattativa appare complicata per motivi facilmente comprensibili. Falsa la reticenza di Riky nel non volersi abbassare lo stipendio, infatti l'ha scritta il quotidiano sportivo di partito che a memoria non dà una notizia dai tempi del caro Vladimiro Caminiti. I conti però sono difficilissimi da incastrare, Galliani ci proverà fino alla fine perché sa benissimo che, comunque la si giri, quello del brasiliano l'unico nome in grado di poter mitigare lo sconcerto di un mercato come quello di questa estate avvilente.


Altre notizie - L'editoriale
Altre notizie
 

NEL DERBY PIÙ SOCIAL DI SEMPRE CI SONO GIÀ DEI VINCITORI

Non mi aspetto un bel derby da un punto di vista del gioco.Gli ultimi risultati negativi del Milan, il cambio in panchina nell'Inter mi fanno pensare ad una stracittadina povera da un punto di vista tecnico, dove emergeranno i reali valori delle due squadre. Si tratta pur sem...
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
Inversione di tendenza. Questo il messaggio che si chiede al Milan nel derby. Una partita di per sé speciale, resa ancora più particolare dal ritorno in panchina, sul fronte nerazzurro, del grande ex Mancini che, fianco a fianco con Inzaghi ha assistito alla gara...
Milan-Carpi 3-0 (Allievi)

ESCLUSIVA MN - ALBERTINI: "MILAN, MANCA IL SENSO DI APPARTENENZA. RUOLO IN SOCIETÀ? AMO QUESTA MAGLIA, SE GALLIANI E BARBARA CHIAMANO…"

Vent’anni di Milan e tantissimi derby giocati in un San Siro sempre gremito. Demetrio Albertini, grande ex centrocampista...

PAGELLE - PRIMAVERA, LANCIANO-MILAN 1-6: VIDO È UN KILLER, FABBRO IN FORMA SPAZIALE. MODIC TORNA IN CATTEDRA

Queste le pagelle di Lanciano-Milan 1-6 Gori 5.5: in una partita letteralmente dominata dal Milan, il suo portiere...

PRIMAVERA, LANCIANO-MILAN 1-6: VOTA IL TUO MIGLIORE IN CAMPO

CLICCA QUI per votare il tuo migliore in campo di Virtus Lanciano-Milan, partita che i rossoneri hanno vinto per 6-1 grazie...

DERBY, UN'OCCASIONE DA NON PERDERE

Dopo una vigilia fra le più lunghe che si ricordino (due settimane abbondanti, visto che l'ultima partita dei...

MILAN-PALERMO, I LETTORI VOTANO DIEGO LOPEZ

I lettori di MilanNews.it hanno indicato il migliore in campo di Milan-Palermo 0-2. Diego Lopez si è imposto con il...

LA LETTERA DEL TIFOSO: "IL MILAN E SAN SIRO" DI STEFANO

Ciao a tutti, si è parlato molto della questione San Siro, dei "messaggi" che Inzaghi ci "invia" a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 23 Novembre 2014.
One di Dario Paolillo
CrozzoPizzo.it
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.