A Gubbio il sogno continua: Comi e Ganz affiatati frombolieri, Ely e Piscitelli chiudono la saracinesca

 di Matteo Calcagni  articolo letto 7933 volte
© foto di Pietro Mazzara/TuttoMercatoWeb.com
A Gubbio il sogno continua: Comi e Ganz affiatati frombolieri, Ely e Piscitelli chiudono la saracinesca

Ecco le pagelle di Milan-Juventus 2-0:

Piscitelli 7: Una vera sicurezza per la retroguardia rossonera: i palloni alti sono tutti suoi. Grazie ad uscite tempestive e prese serrate, riesce più volte a togliere le castagne dal fuoco. Una garanzia.

Baldan 6: Parte terzino ma sale poco, "limitandosi" ad aiutare i due centrali. Nella ripresa, complice l'infortunio di Ferreira, viene spostato in coppia con Ely, dandogli man forte nei vari e concitati assalti bianconeri.

Ely 7.5: Un vero e proprio titano della retroguardia milanista. L'italo-brasiliano guida la difesa come un direttore d'orchestra, rendendosi protagonista di alcuni recuperi magistrali. Nel finale si fa ammonire, ma il giallo non pregiudica la sua imperiosa prestazione.

Ferreira 6.5: Si dimostra valido scudiero del compagno di reparto, supportandolo fino all'infortunio a metà ripresa. (Speranza 6: Dolcetti lo schiera terzino destro e, visto il risultato, lui si preoccupa più di difendere che di attaccare)

Desole 6.5: Nel primo tempo partecipa ad importanti manovre di chiusura, senza disdegnare qualche sgroppana in territorio "nemico". Nel secondo tempo presta attenzione al ritorno della Juventus, limitandone le offensive.

Innocenti 6.5: Stantuffo inesauribile, svolge lavoro doppio in fase di contenimento visto lo schieramento a 5 degli avversari. Aiuta la manovra con lena e decisione, fino ai minuti di recupero.

Bertoni 6.5: Il folto centrocampo della Juventus lo obbliga a scrupolosa attenzione, ma il capitano non si scompone. Buoni recuperi e tanta legna, non si risparmia mai. Nel primo tempo ferma con le cattive Beltrame, lanciato pericolosamente in contropiede.

Hottor 6: Una prestazione a corrente alternata, fatta di guizzi di qualità e qualche sporadica amnesia. Cala di intensità nel corso del match, arretrando pian piano il suo raggio d'azione.

Valoti 6.5: Forse uno dei meno convincenti dell'undici rossonero, si riscatta pienamente grazie alla rete del 2-0. Bravissimo a crederci dopo il rigore fallito da Comi, garantisce un doppio vantaggio che si dimostrerà decisivo. (Cristante 6: Dolcetti lo inserisce per uncinare la mediana, lui svolge il compito nei minuti finali).

Comi 7: Riferimento offensivo e non solo del Milan Primavera, il centravanti ex granata mostra a più riprese tutto il suo potenziale. La sponda-assist per Ganz, autore della rete dell'1-0, è un sigillo impresso a fuoco sulla partita. Nella ripresa si procura il rigore dopo un'azione di straordinaria caparbietà: l'errore dal dischetto è l'unico neo, ma Valoti riesce a risistemare le cose.

Ganz 7.5: Non si fra pregare sull'assist offerto dal numero 9, difendendo la sfera con maestria e trovando il gol con un grandissimo pallonetto. Una marcatura che spiana la strada al Milan, facendo gioire anche il padre Maurizio in tribuna. Nella ripresa conclude nuovamente con classe, ma Branescu sventa il pericolo. (Lora 6: Motorino infaticabile, cerca di fare la spola tra i reparti con la squadra schiacciata in difesa del risultato).

All. Dolcetti 7: Deve rinunciare a qualche giocatore importante, ma non snatura il suo credo ed affronta col piglio giusto una grande avversaria. Bravo nella gestione dei giovani calciatori, affamati e vogliosi nell'andarsi a conquistare questa semifinale scudetto.