Albertini: "Italia, manca esperienza internazionale. Siamo l'unico paese ad avere tre leghe autogestite: difficile collaborare"

 di Simone Nobilini Twitter:   articolo letto 21615 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Albertini: "Italia, manca esperienza internazionale. Siamo l'unico paese ad avere tre leghe autogestite: difficile collaborare"

L'ex centrocampista del Milan Demetrio Albertini ha parlato così, a Sky Sport 24, del fallimento della Nazionale Italiana, parlando dei problemi che affliggono il sistema calcistico azzurro: "I nostro giocatori sono meno preparati alle partite internazionali, io sono partito dalla Serie D per arrivare a giocarmi il campionato, c'era un altro percorso ed è diverso giocare partite che non puoi sbagliare con gare in cui sei leader ma non devi vincere lo scudetto. Manca un po' di esperienza internazionale: per quanto riguarda l'aspetto dirigenziale parlare sull'emotività non è giusto, in altre Federazioni come Svizzera o Belgio ho visto però una crescita e una produzione di talenti importante. Noi mediamente arriviamo a 100 partite in Serie A attorno ai 23/24 anni, giocando 4 campionati: negli altri paesi ci arrivano a quota 21/22, perchè iniziano prima. Quando avranno 25 anni saranno giocatori già formati e in piena maturità psicofisica per affrontare queste partite. Noi siamo arrivati con dei senatori e talvolta mancano anche le energie, quindi dobbiamo rimettere i giocatori nella condizioni di riformarsi e maturare prima: oggi con tutti gli stranieri che ci sono è più facile pescare all'estero che formare un giocatore qui. Siamo l'unico paese ad avere tre leghe professionistiche, ognuna autogestita, e con questo diventa difficile collaborare".