La Top 10 dei club spendaccioni: c'è anche un po' d'Italia

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 18980 volte
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
La Top 10 dei club spendaccioni: c'è anche un po' d'Italia

La crisi c'è, ma non per tutti. In Europa esistono ancora club in grado di spendere, agendo in controtendenza rispetto al periodo nero che vive il globo terreste dal punto di vista finanziario. Facendo due conti in tasca alle big, si possono mettere in evidenza dati di rilevante importanza per quanto riguarda la voce “acquisti”.
Senza ombra di dubbio la società che ha investimento maggiormente è stato il Psg di Leonardo e Ancelotti. Ben 145 milioni di euro solo in estate. I francesi hanno messo mano al portafoglio e hanno portato sotto la torre Eiffel campioni come Ibra, Lavezzi, Thiago Silva. Giovani pagati a peso d'oro come Verratti. Hanno bloccato per gennaio Lucas Moura pagandolo 40 milioni e puntellato la difesa prendendo Gregory van der Wiel. Se il Psg è l'unica squadra francese che ha animato il mercato, non si può dire la stessa cosa per la Premier League. Al secondo posto dei club spendaccioni c'è quello di Abramovich. Il Chelsea ha investito 100 milioni di euro, comprando Eden Hazard, Oscar, Marin, Azpilicueta e Moses. A sorpresa si piazza terzo lo Zenit di Spalletti, che fino ad ora ha osservato le mosse degli altri club poi ha sferrato due colpi da novanta acquistando Hulk e Witsel, spendendo in totale di euro. Dopo una francese, una squadra inglese e una russa, troviamo anche una società tedesca. Il Bayern Monaco si piazza quarta in questa speciale top ten, avendo investito 70 milioni di euro in estate. Presi Javi Martínez, Mario Mandzukic e Xherdan Shaqiri come più costosi. Poi consecutivamente tre inglesi come Tottenham, Manchester United e City. Rispettivamente hanno speso 65 milioni, 64,700 milioni e 64,200. Gli Spurs hanno rimesso sul mercato i soldi guadagnati dalla cessione di Modric. Hugo Lloris rinforzo per la porta, poi Clint Dempsey come ala, Jan Vertonghen, Moussa Dembélé e Adebayor. I Red Devils hanno puntato tutto su Robin van Persie, Shinji Kagawa, Nick Powell, Alexander Büttner e Ángelo Henríquez. La squadra di Roberto Mancini invece ha investito su Javi García, Matija Nastasic, Scott Sinclair, Jack Rodwell e Maicon. Finalmente anche due italiane in questa speciale classifica. Sono Juventus e Inter che hanno speso rispettivamente  52 milioni di euro e 46 milioni. Marotta e Paratici più che un solo grande acquisto alla fine hanno preferito prendere diversi giocatori di buona qualità. Mauricio Isla, Kwadwo Asamoah, i riscatti di Giovinco e Martín Cáceres, gli investimenti sui giovani come Nicola Leali, Richmond Boakye e Manolo Gabbiadini. L'Inter invece si è mossa all'inizio del mercato prendendo Rodrigo Palacio, riscattando Fredy Guarín e prelevando Samir Handanovic dall'Udinese. Poi alla fine ha completato l'opera con Álvaro Pereira e Gargano. Chiude la top ten dei club spendaccioni ancora una squadra inglese: l'Arsenal. I Gunners hanno portato a casa Santi Cazorla, Lukas Podolski e Olivier Giroud, pagandoli complessivamente 43 milioni di euro.