Marchetti: "La pressione è sulle spalle di Montella"

 di Matteo Calcagni Twitter:   articolo letto 4865 volte
Fonte: Estratto dall'editoriale di Luca Marchetti per Tuttomercatoweb.com
© foto di Federico De Luca
Marchetti: "La pressione è sulle spalle di Montella"

E' il primo vero bivio del campionato, quello che non decide nulla ma che potrebbe indirizzare i nostri ragionamenti, le nostre impressioni, ma soprattutto che potrebbe indirizzare il futuro di qualcuno dei protagonisti, nel bene e nel male.
Il primo su tutti, senza girarci troppo intorno, è il Milan. E' bello, giusto e anche ovvio che i dirigenti rossoneri difendano a spada tratta la tranquillità di Montella. Ma è altrettanto evidente che non solo dipende dal risultato del derby, ma soprattutto da come arriva. Se dovesse arrivare un'altra sconfitta, ma soprattutto una sconfitta dura da digerire sarà difficile ascoltare le stesse parole. Dovesse succedere ci troveremo di fronte a una società, che nonostante si sia insediata da poco, ha già un grande grado di maturità. Abbiamo sempre detto - almeno noi - che per un progetto completamente nuovo come quello che il Milan ha in testa ci vuole pazienza. Finora il Milan ha avuto dei passaggi a vuoto: uno in più potrebbe fare la differenza? Dipende, obiettivamente. Dipende da come. L'impressione che abbiamo da fuori è che i giocatori non abbiano abbandonato Montella: questa dovrebbe essere la discriminante per giudicare il lavoro dell'allenatore, nonostante i risultati (che però devono e hanno un peso). E' per questo che la pressione sostanzialmente è sulle spalle dell'aereoplanino. Dalla parte sua Spalletti è come se non avesse nulla da perdere: ma il trittico post Nazionali ci dirà quanto vale l'Inter. Può pensare al bersaglio grosso: derby, Napoli e poi la Samp una delle più belle realtà di questo campionato, ce lo diranno loro. Ma Spalletti sa che tipo di risposte può dare la squadra e ha anche pochi dubbi rispetto alla formazione (visto che il dilemma trequartista lo ha risolto l'infermeria)...