Milan, miglior rendimento progressivo dell'ultimo mese

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 3798 volte
Fonte: Redazione Osservatorio Calcio Italiano
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
Milan, miglior rendimento progressivo dell'ultimo mese

Serie A Tim: Milan miglior rendimento progressivo dell’ultimo mese. Nel gioco dei rossoneri aumenta pericolosità e possesso palla. Ottima anche la fase difensiva. In evidenza Montolivo e Balotelli.

L’en plein di vittorie consente al Milan di ottenere il miglior rendimento progressivo dell’ultimo mese. Rispetto alla 26esima giornata i rossoneri (4 vittorie in altrettanti match disputati, 8 reti all’attivo, nessun goal subito) staccano nell’ordine Inter (dieci punti), Lazio (sette punti), Fiorentina (sei punti) recuperando rispettivamente cinque punti al Napoli e due alla capolista Juventus.

Nelle ultime quattro giornate la compagine guidata da Allegri ha fatto registrare l’incremento di tre fattori cardini nello sviluppo del gioco espresso: +0.4% di pericolosità arrecata alle retroguardie incontrate, +1.6% di conclusioni nello specchio della porta avversaria, +1.0% nel possesso palla.

In fase di costruzione rilevante è stato il contributo fornito da Riccardo Montolivo: alla 30esima giornata il centrocampista ha totalizzato 1520 passaggi riusciti (seconda miglior performance assoluta della massima serie), 236 dei quali realizzati durante gli ultimi quattro incontri disputati. Per l’attacco, invece, fondamentale è stato l’apporto di Mario Balotelli: l’attaccante ha siglato 7 reti in 645 minuti in campo (1 rete ogni 92’, migliore media realizzativa della Serie A Tim considerando i marcatori con cinque o più reti all’attivo). Il numero 45 rossonero ha totalizzato finora un Indice di Valutazione Giocatore pari a 23.6 (5.3 conclusioni a rete, 6.3 recuperi sugli avversari, 6.7 giocate utili, 50% di passaggi riusciti, dati in media per incontro disputato). Con Balotelli in campo il Milan ha sviluppato una densità di gioco offensivo prevalentemente lungo la corsia destra (39%) e per vie centrali (31%). Di contro l’out sinistro è risultato maggiormente impiegato nei match con Palermo (39%) e Chievo (38%).

Lo rileva il Report n. 4/2013 elaborato dall’Osservatorio Calcio Italiano (http://www.osservatoriocalcioitaliano.it/) website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

Imbattuta nel 2013 la compagine rossonera ha subito dall’inizio del nuovo anno soltanto 6 reti (nel derby ed a Cagliari influenti ai fini del risultato finale).  Numeri questi che consentono al Milan di collezionare una percentuale di protezione area pari al 55.1% (+4.9% rispetto alla Juventus, +0.5% rispetto alla Lazio, +1.7% rispetto alla Fiorentina, -0.5 rispetto al Napoli).