Savino: "Ai milanisti rode perchè Meazza le grandi cose le ha fatte nell'Inter"

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 58541 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Savino: "Ai milanisti rode perchè Meazza le grandi cose le ha fatte nell'Inter"

Nicola Savino, conduttore televisivo e tifoso interista, ha parlato ai microfoni di Repubblica dell'intitolazione dei giardini di piazzale Axum ad Helenio Hererra e alle conseguenti proteste dei tifosi rossoneri: "Sarebbe bello celebrare anche i grandi calciatori milanisti. Loro hanno i loro idoli olandesi, non avrei niente in contrario se si facesse una piazza o una via intitolata a loro. Se ho visto il video della protesta dei tifosi milanisti? Sì, ma contestavano anche l’intitolazione dello stadio a Meazza perché dicono che giocava all’Arena. La verità è che ai milanisti rode un po’ perché le cose grandi Meazza le ha fatte quando giocava nell’Inter. Però quel che mi ha stupito di più di quel video è la veemenza con cui parlavano. Erano davvero molto accalorati. Diciamo che i problemi per cui accapigliarsi nella vita sono altri. Il signore inquadrato era davvero molto serio, come se stesse discutendo della Resistenza partigiana. Pensi a cosa sarebbe successo se avessero intitolato qualcosa a Mourinho. Ci sarebbe stata la rivolta popolare rossonera. Lo zampino del sindaco interista Sala? Lo escludo. Sala è il sindaco di tutti i milanesi. Altre intitolazioni? Avrei fatto quelle per i giocatori scarsi. Tipo Piazzale Vampeta, o largo Darko Pancev. Sarebbe simpatico. Un’intitolazione a Rocco e Herrera insieme? Perché no. Anche se, va detto: Nereo Rocco non ha avuto lo stesso impatto di Herrera".