tmw
 Sabato 26 Luglio 2014
PRIMO PIANO
CON CRISTANTE E SAPONARA, LA MEDIANA È A POSTO COSÌ?
  
  

Daily Network
© 2014
PRIMO PIANO

Club più titolati, ecco lo scenario attuale

07.07.2012 08:00 di Gaetano Mocciaro  articolo letto 34494 volte
© foto di Antonio Vitiello/TuttoMercatoWeb.com

Il Milan è il club più titolato al mondo e può ancora scriverlo sulle proprie maglie. Un grazie particolare a Emerson Sheik, esperto brasiliano naturalizzato qatariota, che con le sue due reti ha tenuto fermo a 18 trofei il Boca Juniors, regalando al Corinthians la prima Copa Libertadores.

Ma qual è lo scenario attuale? Rossoneri e xeneizes sono appaiati in testa alla classifica tenendo a debita distanza l'Independiente, che nel 2010 ha raggiunto quota 16 grazie alla Copa Sudamericana (l'equivalente della nostra Europa League) interrompendo un digiuno internazionale che durava 15 anni.

Se il Boca avesse vinto il Milan si sarebbe dovuto accontentare del titolo di campione d'Europa poiché la seconda squadra del vecchio continente nella speciale classifica è a 3 trofei di distanza e parliamo del Real Madrid, a quota 15. I galacticos non vincono più nulla in campo internazionale da ben 10 anni quando, da campioni d'Europa in carica andarono a  battere i paraguayani dell'Olimpia Asuncion a Tokyo, un 2-0 che consegnò alle merengues l'allora Copa Intercontinentale. Eroe della notte giapponese Ronaldo, che con quei due gol, uniti al mondiale da protagonista sempre nella terra del Sol Levante si aggiudicò il Pallone d'oro e aumentò la bile dei tifosi interisti, abbandonati in maniera traumatica sul finire di quell'estate. Da allora il Real ha collezionato fallimenti proporzionali alle cifre investite e 6 eliminazioni consecutive agli ottavi di finale, compresa nel 2010 quando la finale si è giocata al Santiago Bernabeu. Ci riproveranno quest'anno, dopo il ritorno sul tetto di Spagna a conquistare l'Europa, vincere la “decima” e strappare in un sol colpo il pass per Supercoppa e Mondiale per Club che potrebbe portare la squadra di Mourtinho in un colpo solo a raggiungere i rossoneri.

Seguono a ruota Al-Ahly, squadra egiziana che ha vinto 14 trofei tutti nel continente nero e il Barcellona, che ha una tradizione internazionale sorprendentemente recente. La squadra più forte al mondo sebbene sia sempre stata fra le grandi di Spagna è stata a lungo ferma sulle 3 coppe delle Fiere conquistate negli anni '60. Poi, qualche successo in Coppa delle Coppe (1979, 1982, 1989)  ie qualche delusione qua e là, su tutte l'incredibile sconfitta in finale di Coppa dei Campioni del 1986 contro i rumeni dello Steaua Bucarest. I catalani, favoriti dal fattore campo (si giocava a Siviglia e a causa di restrizioni da parte dei paesi dell'est non c'erano rumeni a seguire la squadra) la squadra perse ai rigori sbagliandone 4 su 4. Solo nel 1992 è ripartita l'avventura catalana grazie al siluro di Ronald Koeman ai tempi supplementari di Wembley contro la Sampdoria in finale di Coppa dei Campioni. Da lì l'escalation: quattro supercoppe europee, un'altra coppa delle Coppe, 3 Champions League e 2 Mondiali per Club. Totale 14.

E le altre italiane? C'è la Juventus, sesta in classifica a quota 11, prima e finora unica italiana ad aver vinto tutti i trofei a disposizione: Coppa Uefa, la prima delle 3 nel 1978; poi Coppa delle Coppe nel 1984, Supercoppa Europea, la prima delle 2 nel 1985; Coppa dei Campioni, la prima di due ancora nel 1985 e Intercontinentale, prima di due sempre nel 1985. Infine, ed è considerato trofeo ufficiale, l'Intertoto nel 1999. La terza italiana è l'Inter a quota 9, poi il vuoto.

Questa è la top ten:

1° Milan e Boca Juniors (Arg) 18
3° Independiente (Arg) 16
4° Real Madrid (Spa) 15
5° Al Ahly (Egi) e Barcellona (Spa) 14
7° Juventus, Liverpool (Ing) e Sao Paulo (Bra) 11
10° Ajax (Ola) 10

Segui l'autore su Twitter: @gaemocc


Altre notizie - Primo Piano
Altre notizie
 

MILAN: SUL MERCATO SERVONO DUE BUONI GUIZZI. ROBINHO: CASO SENZA PRECEDENTI. CONTE: MONACO, MENDES, MAGGIO, MILAN. FIGC: MILAN-ALBERTINI, NESSUN PROBLEMA. BIASIN: IL CESENA HA PAREGGIATO IL 30 GIUGNO…

Inutile girarci attorno. Un buon Mondiale da parte di Balotelli avrebbe dato il via ad una serie di operazioni importanti per il Milan, in vero e proprio stile fuochi d’artificio. Oggi invece, nonostante la partenza di Kakà, non ci sono prospettive di accelerazioni i...
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
Inzaghi ha le idee chiare. Vuole un esterno offensivo mancino, in grado di poter giocare sulla destra, in maniera speculare ad El Shaarawy, per poi potersi trovare in zona gol col piede preferito. Questo il messaggio passato nell’ultima conferenza stampa prima della...
Monza-Milan 0-2 (1)

ESCLUSIVA MN - AG. ROBINHO: "SE ALLA FINE RESTA AL MILAN? CREDO DI NO. L’ORLANDO NON È ESCLUSO"

Lo aveva annunciato ieri Adriano Galliani, ma anche le voci rimbalzate dal Brasile non erano incoraggianti. Robinho resta un...

LA TOURNÉE OLTREOCEANO PARTE MALE. IN CANADA BRILLA SOLTANTO CRISTANTE, NUOVO PLAY ROSSONERO

Queste le pagelle di Olympiacos-Milan 3-0: Gabriel 6: incolpevole sui due gol, viene impegnato raramente dagli attaccanti...

PRIMAVERA, IL CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI ESTIVE DELLA SQUADRA DI BROCCHI

Questo il calendario delle amichevoli della Primavera del Milan nel corso della sua fase di preparazione per la stagione...

SECONDA VITTORIA PER IL MILAN DI PIPPO

Buona la prima ma buona anche la seconda! Il Milan di Inzaghi evita brutte figure e vince anche l'amichevole del Brianteo...

SONDAGGIO MN - AD OGGI IL MILAN DOVE POTREBBE ARRIVARE? I LETTORI CREDONO ALL'EUROPA LEAGUE

Dopo i recenti accadimenti sul suolo italico "pallonaro", compreso l'addio di Antonio Conte dalla Juventus, il...

LA LETTERA DEL TIFOSO: "MILAN L'ECCELLENZA CHE NON C'È‏" DI GENNARO

Mercato, Brand, (ex) Club più titolato al Mondo, tre eccellenze che (almeno in parte) non ci appartengono più....
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 Luglio 2014.
   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy