Dal 4-3-1-2 al 4-3-3: ricordarsi sempre Londra...

 di Matteo Calcagni  articolo letto 17158 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Dal 4-3-1-2 al 4-3-3: ricordarsi sempre Londra...

Il volere del presidente era già filtrato nel corso della stagione appena conclusa: il sogno di Berlusconi, come riportato oggi da "Tuttosport", è quello di vedere insieme Cassano, Pato e Ibrahimovic. Per schierare questo trio sarebbe necessario un cambio di modulo, passando dal 4-3-1-2 al 4-3-3: Kevin-Prince Boateng, trequartista atipico ma devastante tra le linee, dovrebbe quindi arretrare come mezz'ala destra o sinistra. L'idea è suggestiva, ma gli accorgimenti dovrebbero essere numerosi, sia in mediana che sulla linea di centrocampo: Allegri vede il vertice alto del suo rombo come "primo difensore", motivo per cui (quando necessario) al posto del ghanese ha giocato Emanuelson e non Robinho o El Shaarawy. Il 4-3-3, inoltre, riporta alla mente la sfortunata serata di Londra, quando i Gunners fecero correre brividi esagerati ad un Milan troppo leggero in mediana: un 3-0 netto che fece infuriare Ibrahimovic, adirato sia per la sconfitta che per la disposizione tattica. Bisogna anche tenere conto che Antonio Cassano, nello specifico, non è proprio adattissimo come attaccante esterno in un tridente offensivo. Per quanto riguarda Boateng, come più volte constatato, possiamo tranquillamente affermare che da interno non ha un impatto fragoroso: in estate ci si potrà lavorare ma, visti i tanti dubbi, è forse più logico mantenere l'ex Portsmouth sulla trequarti campo.