Distanza galactica, una mano puó arrivare solo dal mercato

 di Antonio Vitiello  articolo letto 21901 volte
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
Distanza galactica, una mano puó arrivare solo dal mercato

La collezione di stelle del Real Madrid, non a caso, ha avuto la meglio su un Milan operaio e povero di campioni di caratura internazionale. La distanza tra la formazione di Mourinho e quella di Allegri è ancora "galactica" e solo il primo tempo dell'amichevole di questa notte puó essere parzialmente salvata. Entrambe le squadre sono in fase di allestimento ma la qualità delle rose è indubbiamente diversa. Il Real che si rinforza, il Milan che cede Thiago e Ibra per problemi economici. In Europa la differenza è ancora abissale, in Italia c'è da lavorare parecchio per competere con Juve, Inter e le altre. Fino ad ora dalle amichevoli estive erano arrivate indicazioni positive, il Milan si era imposto su squadre importanti come Chelsea e Schalke ma al primo impegno con una formazione di livello assoluto sono emersi tutti i limiti della rosa rossonera, ammessi con grande onestà intellettuale dai giocatori e da mister Allegri, che a fine gara ha pronunciato: "C'è ancora molto da fare". Una mano potrebbe arrivare dal mercato, Galliani guardando il match avrà compreso che in Europa sarà complicato migliorarsi rispetto all'anno passato e visto che il Milan ha come primo obiettivo sempre la Champions, entro la fine della sessione di trasferimenti qualche rinforzo di livello dovrà arrivare, senza invece si rischiano brutte figure.

Twitter: @AntoVitiello