Donnarumma-Romagnoli, la spina dorsale del futuro di Milan e Nazionale

 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 10911 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Donnarumma-Romagnoli, la spina dorsale del futuro di Milan e Nazionale

Con Gianluigi Donnarumma in porta e Alessio Romagnoli in difesa, il Milan ha costruito la spina dorsale della squadra rossonera per molti anni: il portiere, nonostante la giovanissima età, ha convinto tutti, compresi coloro che erano piuttosto diffidenti quando Mihajlovic ha scelto di lanciarlo dal primo minuto contro il Sassuolo a soli 16 anni. Il centrale milanista, arrivato in estate dalla Roma per 25 milioni di euro, è invece diventato in poco tempo il leader della difesa rossonera e con il passare dei giorni il suo rendimento sta migliorando costantemente.

GIOVANI E ITALIANI - In via Aldo Rossi, sono convinti che su di loro si può costruire il Milan del futuro, che sarà formato, nei piani del presidente Berlusconi, soprattutto da giovani italiani: Donnarumma e Romagnoli, rispettivamente classe 1999 e 1995, rispecchiano in modo perfetto questo identikit e per questo motivo rappresentano le fondamenta del presente e del futuro della squadra milanista. In estate, entrambi i giovani rossoneri finiranno nel mirino dei top club europei e non mancheranno certamente le offerte, alcuni anche molto grandi, ma il Milan non ha nessuna intenzione di rinunciare a loro.

FUTURO IN NAZIONALE - Donnarumma e Romagnoli faranno poi certamente parte anche del futuro dell’Italia: dopo l’Europeo, oltre all’addio di Conte, ci saranno infatti alcuni giocatori attualmente nel giro azzurro che abbandoneranno la Nazionale e al loro posto due come Gigio e Alessio, che attualmente militano nell'Under 21 di Gigi Di Biagio, non possono assolutamente mancare. Nonostante una stagione piena di alti e bassi e con molte difficoltà, a Milanello si è iniziato a costruire il Milan del futuro, la cui spina dorsale sarà quella formata da Donnarumma in porta e Romagnoli al centro della difesa.