Gazzetta - Milan, ecco il piano per il futuro: rifinanziamento debito, voluntary agreement, nel 2020 pareggio di bilancio ed entrata in Borsa

 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 16166 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gazzetta - Milan, ecco il piano per il futuro: rifinanziamento debito, voluntary agreement, nel 2020 pareggio di bilancio ed entrata in Borsa

Il prossimi mesi saranno decisivi per il nuovo Milan cinese: lo riferisce questa mattina La Gazzetta dello Sport, che racconta che ieri c’è stata l’assemblea dei soci del club di via Aldo Rossi, la quale ha approvato il “bilancino” al 30 giugno (perdita consolidata di 32,6 milioni) in modo da passare dall’anno solare a quello sportivo. L’obiettivo della società milanista è quello di mettere in sicurezza i conti, far respirare le finanze e trovare la via della crescita.

DEBITO - Da diverse settimane, il Milan è al lavoro per rifinanziare il debito con Elliott e al momento è in corso una trattativa esclusiva con un fondo, presentato dall’advisor Bgb Weston, per un’operazione che includa necessariamente anche la quota prestata ad aprile a Yonghong Li (303 milioni di euro), il quale intanto ha versato settimana scorsa il suo ultimo versamento per un totale di 49 milioni dei 60 previsti dall’aumento di capitale di maggio.

PAREGGIO E BORSA - Il futuro del Milan passerà poi anche dalla risposta dell’UEFA sul “voluntary agreement”: l’ad Marco Fassone è fiducioso e ha spiegato ieri ai piccoli azionisti rossoneri che l’obiettivo della nuova proprietà è quello di arrivare al pareggio di bilancio nel 2020, anno in cui ci potrebbe anche essere lo sbarco in una Borsa orientale. Il piano del club di via Aldo Rossi è pronto e ovviamente passerà anche dallo sviluppo commerciale in Cina, che resta uno dei pilastri del progetto milanista.