Il (possibile) ritorno di Bonaventura: tra i tanti problemi fisici, il Milan punta al recupero della sua certezza assoluta

 di Simone Nobilini Twitter:   articolo letto 18538 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il (possibile) ritorno di Bonaventura: tra i tanti problemi fisici, il Milan punta al recupero della sua certezza assoluta

Due K.O. pesanti in infermeria ed un pari contro l'Udinese per oscurare lievemente il bel sorriso presente in casa Milan, che potrebbe però presto tornare ad essere più smagliante che mai. Nuova grande occasione casalinga, stavolta contro il Genoa, ed un recupero quantomai fondamentale sempre più possibile: dopo lo stop di domenica, infatti, per il ritorno in campo di Jack Bonaventura filtra un discreto ottimismo dalle parti di Milanello. In una gara da portare a casa a tutti i costi, per continuare ad inseguire l'obiettivo-Europa, i rossoneri potrebbero dunque ritrovare l'elemento più importante (nonchè certezza assoluta) del proprio undici.

CREATIVITA' - Nelle due gare di campionato stagionali giocate senza Bonaventura, e in special modo nello 0-0 contro l'Atalanta, il Milan aveva denotato grandi problemi di creatività, faticando a servire i propri attaccanti e a costruire grandi occasioni da gol. Da questo punto di vista, il match di domenica contro l'Udinese ha evidenziato certamente un miglioramento, ma la mancata presenza di Jack ha privato il Milan della tecnica e della abilità necessaria, sulla sinistra, per impensierire maggiormente la retroguardia avversaria.  

UNICO VERO ESTERNO - Giusto non dimenticare anche che, di fronte alla valutazione della rosa a disposizione di Mihajlovic, Bonaventura sia l'unico, vero esterno capace di ricoprire al meglio la posizione sulla corsia di sinistra nel centrocampo a 4 rossonero. Tra un Honda adattato con risultati discreti sul lato opposto e l'esperimento Boateng fallito, contando anche il possibile forfait di Niang e Kucka e Ménez lontano da una condizione accettabile, il recupero di Bonaventura diventerebbe a questo punto ancor più imprescindibile per illuminare la fase offensiva rossonera. E ritrovare un successo che potrebbe, per davvero, portare gli uomini di Mihajlovic sempre più vicini al terzo posto, tentando di approfittare dello scontro tra Fiorentina ed Inter.