MN - Niang: “Non ho mai pensato di andare via, ho sempre avuto in testa solo il Milan. L’infortunio? I medici stanno facendo il massimo”

 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 17201 volte
Fonte: dall'Enterprise Hotel di Milan, Antonio Vitiello

A margine della presentazione del 12° Torneo Amici dei Bambini, promosso dell'Associazione Aldini a sostegno di AiBi (Amici dei Bambini) e del suo progetto “Fame di Mamma”, M’Baye Niang ha rilasciato queste parole ai microfoni di Milannews.it:

Sui giovani: “Giocando nel Milan, dobbiamo dare sempre l’esempio ai bambini. Ci sono tante persone che ci guardano e io cerco sempre di dare il massimo e di comportarmi bene”.

Sulle sue condizioni: “Sto bene, i medici del Milan stanno facendo il massimo per me. Siamo un gruppo importante, ci sono tanti giocatori importanti. Se non c’è Niang ci sono comunque tanti altri giocatori importanti”.

Sull’Udinese: “Hanno fatto la loro partita, nel primo tempo abbiamo trovato qualche difficoltà e potevamo fare di più. Nella ripresa abbiamo fatto di tutto per vincere”.

Sulla corsa per Champions: “Crediamo alla zona Europa, quella contro il Genoa non sarà fondamentale, ma dobbiamo fare comunque bene. Speriamo che la squadra domenica farà di tutto per fare i tre punti”.

Sull’esperienza al Genoa: “Al Genoa ho avuto la possibilità di esprimermi al meglio, l’allenatore mi ha aiutato molto. Li ringrazio, ma domenica se giocherò darò tutto per il Milan”.

Sugli attaccanti: “Non importa chi segna, la cosa più importante è la vittoria. Nel derby ha segnato Alex che non è l’attaccante, chiunque segna va bene”.

Sul mercato: “Non ho mai pensato di andare via, la gente pensava fossi già del Leicester. Io ho sempre avuto in testa solo il Milan, l’ho detto anche a Galliani e al mister. Io volevo finire la stagione in rossonero”.

Su Juve-Napoli: "Non so come finisca. Spero vinca Pogba".