Rai - Fassone su Gigio: "Nessuna preclusione: saremmo felici se ci comunicasse di voler riprendere questa discussione"

 di Simone Nobilini Twitter:   articolo letto 80207 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Rai - Fassone su Gigio: "Nessuna preclusione: saremmo felici se ci comunicasse di voler riprendere questa discussione"

L'ad rossonero Marco Fassone, intervistato da Rai Sport, ha parlato così del caso Donnarumma esploso dallo scorso giovedì, con il "no" del portiere rossonero alla proposta di rinnovo e l'apertura di fronte ad una possibile conferma del numero 99 rossonero.

SULLA TRATTATIVA DONNARUMMA - "Raiola ha segnalato ieri, e l'ho appreso anche io per la prima volta, che si è degenerati, che forse il giocatore ha ricevuto delle minacce, che si sia andati oltre, e io non posso che condannare assolutamente fermamente, se questo è ciò che è accaduto, ciò che è successo, e garantire in ogni senso la solidarietà e se dovesse servire la protezione del Milan nei confronti di un giocatore cui noi vogliamo bene. Le cose su Mirabelli mi lasciano veramente perplesso: se questo era un tentativo di creare in qualche modo un solco o una crepa all'interno della società, è un tentativo da rimandare al mittente". 

SUL NUOVO PORTIERE E SULL'INTERESSE-JUVE PER DONNARUMMA - "Mirabelli si sta muovendo e sta valutando diversi profili: sono convinto che prima dell'inizio del ritiro potremo avere un portiere nuovo con noi. La Juventus dietro Donnarumma? E' uno scenario che ci interessa, dispiacerebbe ancora di più se così fosse perchè vorrebbe dire che il giocatore non solo lo perdiamo, avendo un danno economico importante, ma rinforzeremmo una diretta concorrente. Mi auguro, perchè poi alla fine di tutto c'è sempre un'etica che è importante, oltre al danno economico non ci sia la beffa, e se proprio il giocatore debba andare via dal Milan faccia una scelta non così contundente".

SU UNA POSSIBILE RIAPERTURA - "Noi saremmo solo che felici, non c'è una preclusione o una chiusura di principio, orgogliosa come un "ormai hai detto di no": saremmo felici se Gigio riflettesse su questa sua decisione e ci comunicasse che ha piacere in realtà di risedersi e riprendere questa discussione, e sono convinto che non solo saremmo felici noi, i nostri proprietari e i nostri dirigenti ma anche che i tifosi, che oggi stanno manifestando questo disagio nei suoi confronti, se tornasse lo riaccoglierebbero a braccia aperte".