Sei nella Storia! Donnarumma fa 100, torna Super Gigio e manda segnali di distensione

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 25620 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Sei nella Storia! Donnarumma fa 100, torna Super Gigio e manda segnali di distensione

Gigio Donnarumma è nella storia del Milan. A prescindere da quando finirà la sua avventura con i colori rossoneri, un record è stato messo nero su bianco e difficilmente sarà battibile: il portiere rossonero ha, infatti, tagliato il traguardo delle 100 presenze (87 in campionato, 8 in Europa League, 4 in Coppa Italia, 1 in Supercoppa) in maglia Milan a soli 18 anni, 10 mesi e 5 giorni, sopravanzando autentici totem del calibro di Baresi, Rivera e Maldini. E lo ha fatto con una prestazione super, rendendosi protagonista di almeno tre interventi da circoletto rosso e che hanno permesso alla squadra allenata da mister Gattuso di strappare un punto su un campo storicamente ostico per i colori rossoneri.

IL RITORNO DI SUPER GIGIO - Quella di oggi è, per distacco, la miglior prestazione di Donnarumma di questa stagione. Ce ne erano state di parate decisive e complicate anche in questa prima parte di annata, ma mai si era vista questa continuità tra i pali. Una continuità che, invece, era all'ordine del giorno la scorsa stagione e che aveva consacrato il numero 99 tra i portieri più forti del mondo, nonostante la giovane età. La parata più complicata, come ha dichiarato lo stesso estremo difensore, è la prima, un'uscita bassa coraggiosa sul Cholito Simeone, proprio nel momento in cui era pronto a battere a rete. Donnarumma si è ripetuto, poi, in altre due circostanze, alzando sopra la traversa un colpo di testa di Gil Dias e deviando con il palmo della mano un sinistro insidioso di Badelj dal limite dell'area.

SEGNALI DI DISTENSIONE - C'è decisamente meno tensione attorno a Donnarumma, dopo l'ultima settimana. I tifosi presenti a Firenze al momento dell'ingresso in campo per il riscaldamento l'hanno applaudito (la Curva Sud non aveva ancora preso posto nel proprio settore) e lui, al termine della partita, è andato sotto lo spicchio occupato dai sostenitori ospiti per ricambiare il trattamento ricevuto, insieme al resto della squadra. Anche dopo il derby di TIM Cup, nonostante il portiere fosse in panchina perchè non al meglio dal punto di vista fisico, era andato sotto la Curva in compagnia dei compagni. Segnali di distensione dopo settimane decisamente pesanti dal punto di vista mediatico e non solo. Con il termine dell'anno solare, però, ci si avvicina all'inizio del mercato, fissato per il 3 gennaio 2018. Tante sono le voci che si sono inseguite in questi ultimi giorni, dalle presunte voci che volevano Raiola impegnato nel tentativo di invalidare il contratto di Donnarumma, a presunte pressioni psicologiche ricevute dal giocatore al momento della firma del rinnovo. Con le dichiarazioni rilasciate oggi dopo la gara, Gigio ha smentito nuovamente tutto questo: "Ho un contratto di 4 anni e sto benissimo qua". Non è ancora, per il momento, un 'voglio restare al Milan', ma ai tifosi ora interessa che ci sia onestà e che, soprattutto, sia tornato a parare come sa, dopo le incertezze mostrate contro l'Atalanta.