Suso, l'uomo derby più temuto in casa nerazzurra

 di Fabio Anelli Twitter:   articolo letto 6025 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Suso, l'uomo derby più temuto in casa nerazzurra

Meno di quattro giorni e Suso ritroverà l’Inter, a cui ha già dimostrato di saper far male. Lo spagnolo, infatti, è l’uomo derby su cui Montella farà affidamento nella sfida di domenica sera e l’Inter è la seconda squadra a cui il numero 8 rossonero ha segnato di più in Italia grazie alle due reti firmate nella stracittadina di andata della scorsa stagione. Contro i nerazzurri, Suso può vantare uno score decisamente positivo, che recita le due reti della partita di andata e l’assist a Romagnoli, che ha dato il via alla rimonta rossonera, nel derby pasquale. Domenica, lo spagnolo avrà l’opportunità di migliorare ulteriormente questi numeri in quella che, ormai, potrebbe essere definita la sua partita. Nel reparto offensivo, Suso è l’unico sicuro di una maglia da titolare nel Milan che potrebbe essere schierato con un modulo leggermente diverso rispetto alle ultime apparizioni. Grazie al 3-5-1-1, che in fase offensiva si trasformerebbe in un 3-4-2-1, il classe 1993 tornerebbe a giocare in un ruolo a lui più congeniale, sulla corsia di destra.

DERBY DEL RISCATTO – Quella di domenica sera contro l’Inter potrebbe essere una partita particolarmente importante per Suso che, in queste prime gare di campionato non ha brillato come era riuscito a fare nel corso della passata stagione. Lo spagnolo, infatti, ha subito il passaggio dal 4-3-3 al 3-5-2 che ha comportato un suo avanzamento in campo nel ruolo di seconda punta, alle spalle, o al fianco, del compagno di reparto. Il derby segnerà il suo ritorno alle origini, sulla sua fascia destra, dove potrà, e dovrà, tornare ad essere pericoloso e decisivo, in un match che sarà una fondamentale per il prosieguo della stagione rossonera.  Suso sarà uno degli uomini più attesi dai tifosi rossoneri che, in un periodo particolarmente magro di risultati, si aggrappano a quella che è stata una delle poche certezze, e note liete, degli ultimi anni. Non solo il più atteso, l’ex Liverpool sarà anche il giocatore più temuto per gran parte delle persone che prenderanno posto sugli spalti di San Siro: Suso ha già mostrato le proprie qualità ai nerazzurri e domenica potrebbe tornare a fare male.