Tevez, il prescelto di Galliani: accordo possibile, ma un nodo va sciolto

 di Matteo Calcagni  articolo letto 25883 volte
© foto di Imago/Image Sport
Tevez, il prescelto di Galliani: accordo possibile, ma un nodo va sciolto

Tra i possibili sostituti di Ibrahimovic, e i candidati si contano sulle dita di una mano, il favorito (o meglio il preferito) sembra essere proprio Carlos Tevez. L'argentino era già d'accordo col Milan nel mercato di gennaio, salvo poi dover restare al Manchester City per la mancata realizzazione della trattativa Pato-PSG. Adriano Galliani aveva già parlato di cifre con l'Apache, trovando un'intesa intorno ai 6 milioni netti più bonus a stagione. La nuova politica societaria rossonera, tuttavia, è orientata a tagliare tutti i "paperoni" della rosa: ne hanno fatto le spese prima Thiago Silva e poi Ibrahimovic, ora potrebbe essere il turno di Robinho. Inoltre, dopo la vittoria in Premier League, lo stipendio dell'argentino ha subito un'impennata importante grazie ai bonus: un elemento che potrebbe rappresentare un ulteriore bastone tra le ruote, anche perchè difficilmente Carlitos rinuncerebbe a tanti soldi dopo aver riconquistato la fiducia del tecnico e quella della società. In questo senso possono essere lette le ultime dichiarazioni dell'argentino, il quale si è detto desideroso di voler restare a Manchester e vincere con la maglia dei Citizens. A riaccendere la fiammella, che ora è un vero e proprio fuocherello, ci ha pensato Giuseppe Riso, intermediario nella trattativa col City per Tevez. L'agente FIFA, ai microfoni di "Sky Sport", ha riaperto in maniera neanche troppo velata alla chance di vedere l'ex Boca in maglia rossonera: "Tevez al Milan? E' una trattativa complicata, certo si può dire che l'argentino resta sempre uno dei sogni di Adriano Galliani. Forse questa è la volta buona. Sono in partenza per Manchester, ma non per affari legati al futuro di Scapuzzi. Anche se in un viaggio si possono fare molte cose...". Parole importanti che potrebbero essere il preludio per qualcosa di più: in settimana il Milan incontrerà Kia Joorabchian, provando a sondare nuovamente il terreno per l'Apache. Se, come già illustrato in precedenza, il ventottenne di Ciudadela dovesse esagerare per le richieste economiche, a quel punto si virerebbe decisi su Edin Dzeko: il cartellino dell'ex Wolfburg ha un valore simile a quello di Tevez, ma gli stipendi sono diversi.