Un girone di vendette e rivincite: il condottiero sta mantenendo la parola, ma la battaglia incombe

 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 21236 volte
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
Un girone di vendette e rivincite: il condottiero sta mantenendo la parola, ma la battaglia incombe

L'aveva dichiarato in tempi non sospetti e così, per il momento, è stato. Sinisa Mihajlovic aveva preannunciato che sarebbe stato un girone di ritorno con un'altra marcia rispetto al girone d'andata. Il tecnico serbo, nella conferenza stampa di vigilia di Milan-Fiorentina non aveva usato mezzi termini: "Mi auguro sarà un girone di ritorno di vendette e rivincite". Detto fatto, anche se sono passate solo cinque partite. Il suo Milan ha conquistato da dopo il giro di boa 4 vittorie e due pareggi.

VENDETTE E RIVINCITE - La squadra allenata da Sinisa Mihajlovic ha infatti collezionato 14 punti in 6 partite nel girone di ritorno, a fronte dei 9 conquistati nelle prime 6 gare di campionato. Se nell'andata infatti contro Fiorentina, Inter e Genoa erano arrivati 0 punti, in questo inizio di 2016 ne sono arrivati ben 9. Un filotto di risultati positivi 'sporcato' dai pareggi contro Empoli e soprattutto Udinese, in una gara che il Milan meritava ampiamente di portare a casa con bottino pieno.

LA BATTAGLIA CHE INCOMBE - Crescono le convinzioni e la fiducia della squadra, ma anche dello stesso allenatore serbo. Mihajlovic, infatti, ha dichiarato alla vigilia della vittoria sul Genoa: "Purtroppo noi non possiamo fare un filotto di 7-8 vittorie di fila come Juve e Napoli, ma sono altrettanto convinto che a lungo andare arriveremo davanti alle tre squadre che ci stanno davanti". Proprio una delle due squadre citate, il Napoli, sarà il prossimo avversario del Milan nella sfida di lunedì 22 al San Paolo. Contro la squadra di Sarri a San Siro era arrivata a ottibre la sconfitta più cocente della banda di Mihajlovic con uno 0-4 eloquente. Ora, però, le cose sono cambiate: il Milan, certamente, parte nettamente sfavorito sulla carta nella bolgia partenopea, ma in questo momento anche i rossoneri non sono una squadra così semplice da battere. Del resto, è il girone delle vendette e delle rivincite...