Un patto per il Milan

 di Pietro Mazzara  articolo letto 32550 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Un patto per il Milan

Quando un allenatore, al termine di un allenamento, decide di rimanere sul campo con un determinato giocatore, vuol dire che c'è qualcosa che va approfondito. Può essere interpretato così il lungo e fitto colloquio tra Massimiliano Allegri e Antonio Cassano avvenuto al termine dell'allenamento di "rifinitura" svolto al Sun Light Stadium di Miami e del quale vi abbiamo dato notizia in anteprima assoluta alle 03.28. Un conciliabolo fitto, serrato, dove l'allenatore del Milan ha voluto illustrare ad Antonio Cassano le sue idee per quello che sarà il nuovo progetto tattico rossonero. Che non può fare a meno del barese. Proprio lui che nei giorni scorsi sembrava aver manifestato il suo dispiacere per non essere considerato un punto centrale proprio del progetto tattico di Allegri. Dopo questo chiarimento in campo neutro, ovvero l'erba di un terreno da gioco, probabilmente qualcosa è cambiato per FantAntonio che già contro il Chelsea potrebbe giocare dal primo minuto in ballottaggio con Ganz. Ma una cosa sembra essere sicura. Nella sera del 27 luglio, in quel di Miami, Allegri e Cassano possono aver scritto un nuovo patto. Un patto per il Milan. In attesa di rinforzi...