Raiola: “Dopo la rottura per Gigio mi ha chiamato Galliani: voleva aiutare ma gli ho detto no”

 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 102248 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Raiola: “Dopo la rottura per Gigio mi ha chiamato Galliani: voleva aiutare ma gli ho detto no”

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Mino Raiola, procuratore di Donnarumma, ha raccontato perché Gigio non ha rinnovato quando c’era ancora Galliani alla guida del club: “Il Milan era in vendita da due anni con tre diversi acquirenti. Così già un anno fa ho rifiutato il dialogo con Galliani, e lui mi ha rispettato. Era mio dovere prendere tempo perché c’era poca chiarezza sul destino del club. E io dovevo tutelare il mio assistito sul futuro tecnico. Io e Galliani d’accordo? Sono suo amico fuori dal calcio, ma sugli affari ci siamo scontrati spesso, perché lui è troppo tifoso. L’altro giorno mi ha chiamato dopo la rottura, si è candidato per aiutare a far tornare il sereno, ma io in maniera brusca gli ho detto di no”.