Marchetti: "Rinnovi Calhanoglu e Donnarumma, dalla Champions può passare il sì o il no"

29.04.2021 17:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Luca Marchetti per TMW
Marchetti: "Rinnovi Calhanoglu e Donnarumma, dalla Champions può passare il sì o il no"
MilanNews.it
© foto di Federico De Luca

Calhanoglu ancora non ha firmato: né con il Milan né con altri. Non ha avuto offerte a quel livello? Questa potrebbe essere la forza del Milan in queste ultime settimane di trattativa. E forse è anche quello che spera sul discorso Donnarumma. Riepilogando: ci sono state tre offerte. La prima da 6 milioni (+1) per 5 anni. Rifutata. Quindi è arrivato il rialzo: 5 anni a 7 milioni (+1). Anche questa non accettata. La richiesta, all’inizio, era di 12 milioni all’anno. Ma è una cifra che nessun club ha mai messo sul piatto. Quindi si è trovata un’altra strada, cercando di andare incontro anche alle esigenze manifestate da Donnarumma attraverso il suo procuratore: avere la sicurezza di giocare con continuità in Champions (visto che finora Donnarumma non ci ha mai giocato). L’idea, offerta dal Milan, è un contratto biennale (sempre a 7+1) e una clausola da 30/35 milioni in caso di mancata partecipazione alla Champions League. Ma anche questa rifiutata: soldi sempre 12 e clausola più bassa. Il Milan aspetterà Donnarumma, ma non ha intenzione di rilanciare, e forse comincia ad esserci pessimismo. Ecco perché comunque il Milan, pur sperando che Donnarumma firmi, ha già bloccato nei giorni scorsi Mike Maignan del Lille a 12 mln + bonus. Cosa c’entra la Juve in tutto questo? Che sia interessata a i grandi giocatori non è un segreto. Che abbia spesso approfittato dei parametri zero neanche. Qui però al di là delle chiacchierate con Raiola bisogna capire se oggi, visto il periodo, se ci sono i soldi per fare l’operazione, che fine farà Sczeszny e se rimarranno (come dicevamo prima) gli stessi interpreti. E poi c’è anche il grande nodo: chi giocherà in Champions League (visto che questo è il “problema”)?