ESCLUSIVA MN - Ag.Borini: “Polivalente, ecco il suo segreto. Si fa trovare sempre pronto. Con Gattuso il Milan è più squadra, rimonta possibile”

 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 22347 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Ag.Borini: “Polivalente, ecco il suo segreto. Si fa trovare sempre pronto. Con Gattuso il Milan è più squadra, rimonta possibile”

Nella trasferta di Ferrara ha trovato il suo primo gol in campionato con la maglia del Milan. Fabio Borini è il jolly che Gennaro Gattuso utilizza spesso a gara in corso, schierandolo anche in diversi ruoli del campo quando ci sono emergenze. La redazione di MilanNews.it ne ha parlato con il suo agente, Roberto De Fanti, per commentare le prestazioni del suo assistito.

Borini contro la Spal non solo ha segnato, ma ha confermato che quando viene chiamato in causa si fa sempre trovare pronto...

“E’ il suo segreto, è uno che si allena sempre al massimo e con questa serietà da quando aveva sedici anni. E’ così da sempre. Ha giocato in tanti club importanti, è abituato a giocare e allenarsi a certi livello. Per le sue caratteristiche sia mentali che soprattutto fisiche, per lui giocare dall’inizio o entrare all’80’ non cambia nulla, perché entra subito in partita. Questo è uno dei suoi segreti, oltre alla polivalenza che tutti conoscono. È un giocatore molto intelligente sia in campo che fuori, sa adattarsi a qualsiasi ruolo, anche da terzino sinistro e non mi ha sorpreso. Sa leggere benissimo le partite, quindi è un giocatore utile per ogni allenatore”.

Qual è il ruolo più adatto alle sue caratteristiche?

“Fabio è un attaccante, è sempre stato un attaccante. È un giocatore che ha sempre segnato quando ha giocato in avanti. Negli ultimi anni, ha giocato soprattutto da esterno del tridente in un 4-3-3 e probabilmente questo è il ruolo offensivo in cui rende al meglio. Anche sabato contro la Spal, quando è entrato, è stato schierato da attaccante esterno di sinistra e Calhanoglu è stato arretrato a centrocampo. La sua polivalenza lo porta a giocare ovunque ma rende al meglio quando gioca davanti”.

Cosa pensa Fabio di Gattuso e come è cambiato il lavoro con Rino?

“E’ evidente quello che Gattuso ha portato a questa squadra. Il fatto di giocare quasi sempre con gli stessi undici ha dato certezze, si vede che ora è una squadra più unita e più determinata rispetto a prima quando andava in difficoltà non appena andava sotto nel risultato. Ora mi sembra una squadra più viva e più accesa”.

Dove pensi che possa arrivare questo Milan?

“La rimonta purtroppo dipende sempre anche dagli altri. L’obiettivo principale era quello di trovare continuità di risultati, questo era l’obiettivo principe di Gattuso e della società. Secondo me il Milan ora è in linea per conseguire una serie di risultati positivi, ora è una squadra difficile da battere e per me può lottare per la Champions fino all’ultima giornata”.

intervista  di @AntoVitiello