TMW - Daino: “Milan, con la Champions giusto tenere Gattuso”

23.05.2019 08:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
TMW - Daino: “Milan, con la Champions giusto tenere Gattuso”

ESCLUSIVA TMW - Daino: “Milan, con la Champions giusto tenere Gattuso”

L’ex giocatore del Milan, Daniele Daino, ha parlato a Tuttomercatoweb.com della situazione dei rossoneri.

Cosa ne pensi di Leonardo che potrebbe andare via?

“Bisogna capire cosa c’è di vero su queste notizie. A me non è arrivata questa voce, ma in giro se ne parla già da un mesetto. Penso che sia successo qualcosa a livello dirigenziale, tra dirigenti non ci sono le stesse vedute, sia sul progetto futuro ma anche per la conduzione tecnica della squadra. Dietro a queste scelte magari ci sono delle visioni che non vanno di pari passo con quelle di Gazidis. Non vorrei che dietro a certe situazioni Leo abbia in mete di fare certe cose che non trova il benestare di Gazidis”.

Gattuso merita la conferma?

“Se dobbiamo guardare i risultati, indubbiamente penso che Rino abbia fatto una bella stagione, meglio degli ultimi giocati dal Milan dove veniva da anni difficili. Giocarsi la Champions all’ultima giornata vuol dire che qualcosa di buono l’ha fatto. Dietro ai risultati c’è il fatto che la squadra non ha espresso un gioco propositivo, questo è piaciuto un po’ meno. La cosa principale però in un club come il Milan deve essere il risultato e poi il gioco. Aspetterei di vedere come va l’ultima partita, se il Milan dovesse andare in Champions diventa difficile non dare meriti all’allenatore per l’impresa. Aspetterei l’ultima partita. Se non dovesse andare in Champions resterebbe un campionato discreto”.

Allenatori che producono bel calcio?

“I nomi in Italia si restringono parecchio, sono De Zerbi perché è prospetto da grande squadra, per la filosofia che adotta e per il rapporto che instaura con giocatori. Poi si sono Sarri, Giampaolo, Inzaghi, Gasperini,  sono questi i nomi che girano di questo livello. Poi dipende dal progetto del Milan, le risorse per fare un certo tipo di calcio. Il cerchio si stringe molto se cerchiamo gli allenatori che sappiano fare calcio”.