Verso Porto-Milan: le statistiche sul match e sui protagonisti

18.10.2021 17:29 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
Fonte: di Mirco Bortolaso – dal sito www.magliarossonera.it
Verso Porto-Milan: le statistiche sul match e sui protagonisti
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

STATISTICHE SULLE PARTITE - Undicesima trasferta in Portogallo: finora il bilancio è di 2 vittorie, 7 pareggi e una sola sconfitta, risalente al 1965-66, in Coppa delle Fiere (0-2 contro il CUF Barreiro). L'ultima volta che il Milan è andato in Portogallo a giocare risale allo scorso ottobre, nel preliminare di Europa League contro il Rio Ave, vinto dopo un'interminabile serie di calci di rigore. Sarà la settima volta che si gioca in Portogallo in Coppa dei Campioni/Champions League: in tutte le occasioni tranne una l'avversario fu il Porto; solo nel 2007-08 fu il Benfica (in quella stagione tra le sue fila giocava anche Manuel Rui Costa, accolto dagli applausi a San Siro dal Milan Campione d'Europa all'epoca). Fu proprio Manuel Rui Costa a regalare l'assist ad Andriy Shevchenko per il gol che decise la Supercoppa Europea del 2004 contro il Porto di Mourinho, che poi avrebbe vinto la Champions quella stessa stagione. Nelle 4 partite disputate a casa del Porto, il Milan ha avuto la meglio solo nel 1992-93, grazie all'1-0 firmato Jean-Pierre Papin. A parte quel precedente, tre pareggi, di cui solo uno con gol, finito 1-1 nel 1996-97, con gol di Edgar Davids e pareggio del Porto con Edmilson. Questo è stato l'unico gol che il Porto ha segnato al Milan a casa sua. E' la quarta volta che il Milan è inserito nel girone con il Porto, mentre in un caso la sfida fu ad eliminazione diretta: - nel 1979-80, il Milan della Stella fu eliminato ai sedicesimi (0-0 in Portogallo e sconfitta per 1-0 a San Siro); - nel 1992-93 il Milan si qualificò e poi arrivò alla finale di Monaco contro l'Olympique Marsiglia, mentre il Porto fu eliminato; - nel 1993-94 entrambe si qualificarono, ma in semifinale i portoghesi si arresero al Barcellona, prima che la squadra di Cruijff venisse distrutta per 4-0 dai rossoneri di Capello; - nel 1996-97 i rossoneri di Tabarez persero in casa per 3-2 e riuscirono a prendere un punto in trasferta, prima dell'esonero e della disfatta interna contro il Rosenborg, con Arrigo Sacchi in panchina.

STATISTICHE SUI PROTAGONISTI - Curiosissima la dinamica delle uniche due reti realizzate dal Milan in casa del Porto: in entrambe le occasioni tutto partì da una sventagliata dalla fascia destra, all'altezza della linea di centrocampo, da parte di Costacurta. In un caso fu Marco Simone, nell'altro fu George Weah, a servire rispettivamente Papin e Davids; tutti e due controllarono al volo e tirarono verso l'incrocio dei pali alla destra del portiere. Il 3 marzo 1993 il portiere Carlo Cudicini giocò la sua prima partita con il Milan in casa del Porto. Fece solo 3 presenze, due delle quali in Champions e senza subire gol. In casa del Porto, Angelo Carbone rimediò il suo unico cartellino rosso in maglia rossonera, ma nonostante l'inferiorità numerica la partita finì 0-0 (13/04/1994). L'imbucata in area su assist di testa di George Weah fu l'unica rete in rossonero di Edgar Davids (20/11/1996). Fu anche la prima rete in rossonero di un numero 22 in Champions. Dopo sette anni quel numero venne preso da Kakà, che gonfiò la rete in Champions League per 25 volte.