Bennacer, che investitura da CR7. Rebic rischia di bloccare Leao. Nuovi acquisti, chi sale e chi scende...

08.09.2019 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
Bennacer, che investitura da CR7. Rebic rischia di bloccare Leao.  Nuovi acquisti, chi sale e chi scende...

E’ il 27 ottobre dello scorso anno, la Juventus ha battuto l’Empoli al Castellani 2-1 con la doppietta di Cristiano Ronaldo. Nel post partita il portoghese confida ad alcuni amici di essere rimasto impressionato da Bennacer: “Mi ha colpito il loro numero dieci, è veramente forte. Può diventare un campione”. Investitura importantissima quella del 5 volte Pallone d’Oro, fatta da uno che non è solito fare complimenti, cui sono bastati 90 minuti per individuare il talento del centrocampista poi approdato al Milan. Anche ai tifosi rossoneri è bastata una partita per apprezzare le qualità dell'algerino, destinato a diventare uno dei punti fermi della formazione di Giampaolo. E' sicuramente l'acquisto più utile della campagna di rafforzamento, in un reparto che necessitava di innesti importanti.

C'è grande curiosità per Ante Rebic. Quando è stato accostato all'Inter pensavo che allenato da Conte avrebbe potuto compiere un grande salto di qualità: ora sta al tecnico milanista sfruttare al meglio le sue caratteristiche, che sono importanti. La sua fame, la sua cattiveria e il suo carattere (l'opposto rispetto ad Andrè Silva) rappresenteranno sicuramente anche uno stimolo in più per tutta la squadra. L'attaccante croato offre a Giampaolo molte opportunità là davanti, dove rischiano di ridursi gli spazi per l'altro acquisto Leao, soprattutto se si andrà avanti con il 4-3-3, modulo che non contempla la presenza in campo della giovanissima punta (se non come alternativa al centro a Piatek) . Rebic ha l'esperienza e la determinazione per imporsi fin da subito, a differenza del portoghese ex Lille, che evidentemente ha bisogno di tempo per ambientarsi e convincere l'allenatore. Il quarto d'ora in cui è sceso in campo a Udine è ingiudicabile, così come i pochi minuti di gioco del precampionato. Di fatto, resta l'acquisto più costoso del Milan e come tale deve essere valorizzato: in Società attendono con ansia che venga utilizzato. Messaggio questo per il mister, che al momento si è dimostrato restio a lanciare i nuovi.

Sul tema chiedere ad esempio a Krunic. Il bosniaco è arrivato con qualche problema fisico, ma adesso sta bene. Ne è prova la convocazione dalla sua nazionale. Siamo curiosi di vedere anche lui in campo, magari a gara in corso: a oggi viene considerato però un'alternativa ai titolari. Dietro Theo Hernandez superato l'infortunio si prenderà finalmente il suo posto sulla fascia sinistra, mentre Duarte proverà a togliere il posto a Musacchio. Quest'ultimo dà tutto alla causa, ma non è assolutamente intoccabile: il brasiliano ci prova, in attesa che la concorrenza si faccia più agguerrita con il ritorno, si spera definitivo, di Mattia Caldara