Bennacer-Veretout, è la settimana per vestirli di rossonero. Suso-Roma: interesse concreto per la plusvalenza. Mercato milanese: in Usa ci va solo Gazidis

15.07.2019 00:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Bennacer-Veretout, è la settimana per vestirli di rossonero. Suso-Roma: interesse concreto per la plusvalenza. Mercato milanese: in Usa ci va solo Gazidis

Dopo un week end di stallo, dove la dirigenza rossonera ha tirato il fiato, oggi ripartono le grandi manovre del mercato milanista. In giornata si definirà, nel dettaglio, la trattativa per il passaggio di Isamel Bennacer al Milan, con il contatto decisivo che ci sarà tra la triade Boban-Maldini-Massara e gli agenti del calciatore algerino dell’Empoli. Si lavorerà sulla definizione finale dello stipendio, da 1.5 milioni all’anno più bonus, e poi si potrà procedere con il versamento dei 16 milioni sul conto corrente del club toscano. Una volta terminata questa operazione, le attenzioni si sposteranno su Jordan Veretout. La Fiorentina, che è volata in America, avrà un appuntamento telefonico con i rappresentati della Roma dove verrà valutata la posizione dei giallorossi rispetto alla richiesta dei viola e rispetto alla proposta del Milan. La distanza è minima e potrebbe essere decisiva la volontà del calciatore, che ad oggi sembra intenzionato più verso Milanello che verso Trigoria. In ogni caso, anche per lui, la trattativa dovrà risolversi entro breve, anche perché se dovesse arrivare al Milan, dovrebbe mettersi subito a disposizione di Marco Giampaolo, che in attesa anche di Bennacer – che dovrebbe arrivare ai primi di agosto come Kessie – potrebbe avere il jolly francese in mano per iniziare a plasmarlo come vertice basso del rombo. Rimangono valide le opzioni relative a Pizarro del Monterrey mentre Seri del Fulham ha una valutazione molto alta. Infine su Bennacer, l’Arsenal non dovrebbe esercitare l’opzione di prelazione sul cartellino del suo ex giocatore, liberandolo così verso il Milan.

Poi rimane aperta la questione Suso. Troppo frequenti gli incontri di Alessandro Lucci per non pensare a qualcosa di relativo allo spagnolo. Quanto fatto filtrare nei giorni scorsi, ha poi cozzato con la realtà. Lo spagnolo, nel modulo di Giampaolo, non ha una collocazione e, in passato, ha dimostrato che da trequartista e seconda punta ha fatto fatica a giocare. L’interessamento della Roma c’è, è reale, ma va trovata la quadra sulla cifra e sulle eventuali contropartite tecniche, che farebbero abbassare la parte cash. Non è un mistero che a Giampaolo piaccia molto Schick, che potrebbe ben combinarsi con Piatek in attacco secondo i dettami dell’allenatore milanista. Anche perché, la davanti, una seconda punta vera dovrà arrivare. Occhio in uscita ad André Silva, che di fare la spalla al polacco non sembra avere molta voglia, volendo giocare come prima punta. Dal reparto offensivo, poi, dovranno uscire anche Borini e Castillejo, che potrebbero fare parecchia fatica a trovare spazio.

L’estate della triade rossonera sarà molto intensa e Maldini, Boban e Massara non partiranno per gli Stati Uniti con la squadra – che verrà seguita dal CEO Ivan Gazidis – ma rimarranno a Milano. Un segnale evidente di come il mercato sarà molto caldo, sia in entrata sia in uscita, con i tre dirigenti che dovranno operare per completare la squadra a disposizione di Giampaolo e dargliela il prima possibile.