Finalmente Milan! Dopo Tonali, Maldini fa sul serio per Chiesa

06.09.2020 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
Finalmente Milan!  Dopo Tonali, Maldini fa sul serio per Chiesa

Sta tornando il vero Milan, diciamolo pure a bassa voce, ma finalmente il club sembra aver imboccato la strada giusta per tornare grande. L'entusiasmo è palpabile ed è esploso innanzitutto con l'operazione Tonali: un milanista a Milanello, un grande talento, convocato per la prima volta in Nazionale, lo ricordiamo, a soli 18 anni. La maglia azzurra non gli è pesata e, siamo sicuri, quella rossonera gli calzerà a pennello. E' un segnale di forza, è un'inversione di tendenza, è qualcosa che fino a qualche mese fa (o settimana) era persino impensabile: il miglior giovane in circolazione nel suo ruolo viene al Milan e non altrove. Da tanto, troppo tempo non accadeva. Per Brahim Diaz c'è tanta curiosità: il talento è indiscutibile, riuscire a metterlo in campo al Real era molto, molto difficile. Qui può essere diverso e per Pioli rappresenterà un'alternativa di lusso, sempre che non riesca a ritagliarsi spazi più importanti. Il prossimo sarà Bakayoko, per riallacciare quel discorso che col francese si è interrotto troppo presto, sul più bello: la sua fisicità sarà importante per completare sotto ogni aspetto un centrocampo di grande livello. Si potrà cambiare modulo all'occorrenza, ma quello di riferimento sarà sempre il 4-2-3-1. Se partirà Calabria arriverà anche un terzino destro con Aurier che resta sempre il preferito. Ma la ciliegina sulla torta può essere Federico Chiesa da Firenze. Il giocatore ha fatto sapere da tempo di voler lasciare i viola, Commisso ne è consapevole ma al momento spara ancora alto. Negli ultimissimi giorni di mercato le cose cambieranno e si potrebbe trovare la quadra, inserendo Paquetà come parziale contropartita. La regia di questa operazione è di Fali Ramadani, il potente manager che da qualche tempo aiuta il papà e agente del ragazzo, Enrico Chiesa (pizzicato a Milano il 14 agosto per appuntamenti di lavoro). Tra Maldini e Massara e l'agente albanese ci sono agli atti diversi incontri questa estate: il piatto forte però non era il riscatto di Rebic, assistito dallo stesso, ma appunto il 22enne azzurro voluto fortemente da mister Pioli. Con lui la rosa diventerebbe davvero completa e assolutamente in grado di lottare per i piani alti della classifica. Maldini in testa, vuole creare uno zoccolo duro di italiani forti, come ai suoi tempi: con Donnarumma, Romagnoli, Tonali e Chiesa ci sarebbero tutte le condizioni per un grande Milan. Dal club sul tema piovono smentite, come è giusto che sia.