Gigio-2023, segnali sempre positivi. Bakayoko vuole tornare e piace a Rangnick. Il tedesco vuole un uomo mercato per gli Under 23 italiani

22.06.2020 00:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Gigio-2023, segnali sempre positivi. Bakayoko vuole tornare e piace a Rangnick. Il tedesco vuole un uomo mercato per gli Under 23 italiani

Stefano Pioli si è tradito. Nella conferenza stampa di ieri, ad una delle domande che gli sono state poste dal collega Peppe Di Stefano di Sky Sport, ha dichiarato: “Abbiamo un grande obiettivo da rincorrere, la nostra posizione in classifica non rispecchia le nostre qualità e abbiamo la possibilità di dimostrarlo. Poi chi dovrà decidere deciderà, ma non si decide mai da soli. Deciderò anche io”. È nelle ultime tre parole che c’è la chiave di tutto: l’allenatore rossonero vuole chiudere bene la stagione per non lasciarsi dietro dei rimpianti, vuole arrivare in Europa per ritenere compiuto il suo lavoro come ha ammesso in altri passaggi della conferenza di ieri, per poi salutare l’ambiente milanista. Ralf Rangnick è alle porte, probabilmente il suo annuncio arriverà ad agosto con relativa presentazione ma tutto – ovviamente – a stagione finita, e ormai non c’è quasi più nulla da nascondere. Gli incontri anche recenti, i contatti continui, la programmazione già avviata. C’è già tutto per accogliere il professore tedesco nel suo nuovo laboratorio. Ma arriverà senza due suoi fedelissimi, che sarebbe stato difficile portare a Milanello: Paul Mitchell che è diventato il nuovo ds del Monaco e Lars Kornetka, che si è accasato al PSV. Ralf sta lavorando con i suoi uomini di fiducia per uno staff che abbia anche una componente italiana, sia sul campo sia dietro la scrivania, ed è qui che potrebbe esserci un acquisto importante.

Per lo sviluppo del settore giovanile, che dovrà seguire le linee guida della prima squadra in tutto, e per il mercato Under 23 italiano, Rangnick vuole uno squalo, uno che appia pelo sullo stomaco e che sappia arrivare prima degli altri sui giovani talenti di tutto lo stivale. Un profilo che abbia una rete di collaboratori fidati, che abbiano già delle relazioni molto forti con i procuratori che operano sul nostro suolo per poter garantire al Milan i migliori profili da poter portare a Milanello o al Vismara. Nell’aria brulicano alcuni nomi, ma non ci sono ancora stati gli affondi decisivi, ma questa ricerca fa capire quando Rangnick voglia gente nostrana che possa applicarsi al suo metodo di lavoro e di ricerca dei calciatori.

Bakayoko continua a lanciare messaggi al Milan. La Instagram Story di ieri, in cui ricordava i bei momenti rossoneri, tiene viva la speranza di un suo ritorno. Il giocatore piace, è innegabile, e lui vorrebbe tornare. Ma le tessere economiche dell’affare con il Chelsea devono andare al loro posto e non sarà facile. Dal ragazzo ci sarebbe anche un’apertura sulla questione ingaggio (prende 6,5 milioni netti a stagione) e questo potrebbe facilitare le cose.

Gigio Donnarumma, invece, è più vicino al rinnovo del contratto con il Milan. Ve lo abbiamo raccontato la scorsa settimana e lo ha confermato venerdì anche Luca Serafini nel suo editoriale. La volontà del portiere è quella di rimanere a Milano e gli ultimi contatti sono stati positivi, in attesa del vertice decisivo per mettere il nero su bianco e prolungare, fino al 2023, il contratto.