Gigio-Milan, nuovo piano. Priorità alla situazione Maldini, ma con Rangnick il finale è scontato…

03.06.2020 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Gigio-Milan, nuovo piano. Priorità alla situazione Maldini, ma con Rangnick il finale è scontato…

Il rinnovo di Donnarumma è tra le trattative più complesse di questa estate. Gigio non solo è il giocatore più forte della rosa del Milan, ma anche più rappresentativo (dopo Ibra, che però è a fine carriera) e la dirigenza sa che dovrà maneggiare con cura questo caso. La scadenza del contratto tra un anno e l’ingaggio da sei milioni di euro netti impongono alla società di riflettere accuratamente su tutte le ipotesi sul tavolo prima di prendere una strada definitiva. Al momento non è stato deciso ancora nulla ma sta prendendo corpo l’idea di rimandare la questione alla prossima stagione quando ci saranno più opportunità sul mercato. Il coronavirus ha fatto saltare gli equilibri anche nel calcio, e al momento poche squadre potrebbero offrire al Milan la cifra chiesta per Donnarumma (il Milan non scende sotto i 50 milioni). Così per non perdere il giocatore a zero nel 2021, il Milan vorrebbe rinnovare di un anno e rimandare di un campionato la questione. Una soluzione che metterebbe momentaneamente d’accordo tutti, il giocatore, la società e Mino Raiola. Perché si parte dal presupposto che Gigio sta bene a Milano e vuole dare la priorità ai rossoneri, e il Milan (pur conscio che sei milioni all’anno sono tanti), vorrebbe trovare un modo per tenerselo stretto.

Ma la priorità del Milan, oltre a chiudere la stagione e provare ad accedere in Europa con le ultime dodici gare di campionato, è capire cosa fare con Paolo Maldini. L’ex capitano ha le stesse idee di Boban su come operare in società e sul mercato, un pensiero che non combacia con quello di Gazidis. Ma a differenza del croato ha scelto un approccio diverso per concludere la sua esperienza al Milan. Non ha sbattuto la porta come Zvone, ma ha scelto di accompagnare la squadra verso la fine del campionato e poi decidere insieme al club la modalità della separazione. La convivenza con Ralf Rangnick è impossibile, e anche se non è ancora tutto definito con il manager tedesco, è chiaro che il suo arrivo porterà alla porta Maldini.

Molto sfortunato Leo Duarte che si è dovuto fermare nuovamente dopo la frattura al calcagno. Il centrale brasiliano ha subito in infortunio al flessore e si teme un mese di stop. Per lui 17 partite saltate e solo 5 apparizioni da quando è stato acquistato dal Flamengo l’estate scorsa.

Oggi torna a Milano Zlatan Ibrahimovic dopo una settimana in Svezia dove ha trascorso del tempo con la famiglia. Assoluto riposo per il campione rossonero, che in queste ore si sottoporrà ad un nuovo controllo medico al polpaccio per capire con maggiore precisione i tempi di recupero. La speranza del Milan è di averlo in campo per inizio luglio, e la partita indicata potrebbe essere contro la Juventus il giorno 7 a San Siro.