Ibra e Bakayoko: così sta lavorando il Milan. Lunedì parte la nuova stagione: le “richieste” di Pioli

19.08.2020 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Ibra e Bakayoko: così sta lavorando il Milan. Lunedì parte la nuova stagione: le “richieste” di Pioli

Il rilancio inaspettato di Ibrahimovic ha messo in difficoltà il Milan sul rinnovo dello svedese. Il club sperava di strappare il sì dell’attaccante a 5 milioni più una serie importanti di bonus legati alle presenze e agli obiettivi, ma poi si è trovato spiazzato di fronte al rilancio di Mino Raiola. Ibra chiede 7 milioni netti, senza bonus, dunque ci sono ancora un paio di milioni di differenza e in queste ore il lavoro principale del Milan è quello di limare le differenze economiche. Per riuscirci la cosa migliore sarebbe che il club alzasse leggermente la proposta economica e Zlatan abbassasse le sue pretese, ma è un braccio di ferro e vedremo chi la spunterà.

Non è una distanza incolmabile, crediamo che alla fine un accordo si troverà perché conviene a tutti proseguire insieme. Al Milan perché mantiene in rosa un campione che possa dare continuità al progetto, e al giocatore perché a 39 anni non avrà tante altre opportunità di giocare in club importanti come il Milan e guadagnare oltre 5 milioni di euro l’anno. Dunque è solo questione di tempo, va trovata l’intesa e si lavora tutti i giorni su questo attraverso telefonate e video call tra avvocati.  

Oltre Ibrahimovic il Milan lavora concretamente al ritorno di Bakayoko da giugno. L’avevamo scritto in diversi editoriali ed ora ci sono conferme. Il giocatore piace alla proprietà americana che avrebbe voluto il suo ritorno a prescindere dalla rivoluzione dirigenziale che poteva avvenire con Ralf Rangnick. Bakayoko da parte sua ha sempre dato la massima disponibilità a tornare, ma doveva adeguarsi al salario imposto dal club e nelle ultime settimane c’è stato un forte avvicinamento. Per Baka non ci sono problemi a tornare, semmai la questione è con il Chelsea perché ad oggi la richiesta dei Blues è piuttosto alta. Il Milan ha due strade: tentare l’acquisto a titolo definitivo ma non oltre i 20 milioni, oppure un prestito oneroso con obbligo di riscatto a 22-23 milioni. La strategia è attendere ancora qualche settimana per abbassare le richieste del Chelsea.

Finalmente il club ha ufficializzato l’inizio della nuova stagione: lunedì 24 agosto inizierà la nuova stagione del Milan. Staff e giocatori si sottoporranno ai test Covid-19. Per la giornata di martedì 25 agosto i giocatori si ritroveranno a Milanello per iniziare la preparazione con allenamenti mattutini. Stefano Pioli non ha grosse pretese sul mercato, lo ha ribadito in una intervista a Skrill. Il suo desiderio è rinnovare Ibra e Donnarumma e avere pochi acquisti ma buoni: “Il Milan non ha bisogno di molti nuovi acquisti, abbiamo bisogno di pochi rinforzi ma nelle posizioni giuste. Sono sicuro che il club saprà trovare le giuste soluzioni. Sono in contatto con Ivan Gazidis, Paolo Maldini e Frederic Massara. Insieme faremo del nostro meglio per migliorare questa squadra". Pochi acquisti ma precisi e mirati, sarà questo il mercato dei rossoneri.