Ibra, Gigio e Calha: tempo di rinnovi. Permanenza Pioli: adesso va ascoltato anche sul mercato

27.07.2020 00:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Ibra, Gigio e Calha: tempo di rinnovi. Permanenza Pioli: adesso va ascoltato anche sul mercato

Il viaggio monegasco di Zlatan Ibrahimovic e Gigio Donnarumma a casa di Mino Raiola sembra esser stato prolifico. Soprattutto per la questione legata al contratto di Ibra. Lo svedese, che ieri notte ha postato una storia su Instagram enigmatica e che lascia spazio a diverse interpretazioni, non vuole andare a svernare all’Hammarby ed è pronto a ridurre le pretese economiche per il nuovo anno di contratto che dovrebbe sottoscrivere. Il Milan, da ieri, ha registrato questo ulteriore passo in avanti da parte di Ibrahimovic, che con la conferma di Pioli e quelle del duo Maldini-Massara, si sente nuovamente centrale nel prospetto della prossima stagione. Sono frequenti i contatti con Maldini e anche con Pioli, che punta tantissimo su di lui per una moltitudine di aspetti, sia tecnici sia di leadership. Sembra più semplice la questione Donnarumma. Da mesi le parti si stanno parlando, con Gigio che ha già manifestato la sua volontà di rimanere in rossonero. La data è quella del 2023 con ingaggio confermato a sei milioni e si sta lavorando sui bonus (più digeribili a livello di bilancio) e sull’eventuale clausola risolutoria (la vorrebbe Raiola) da inserire nel contratto. Il piano di Mino è evidente: assecondare la volontà del suo assistito, ma lasciando un margine per valutare cosa diventerà il Milan a livello sportivo e, forse, anche a livello di proprietà.

Hakan Calhanoglu ha aperto al rinnovo del suo contratto che scadrà tra meno di un anno. Il 10 turco, sotto la gestione Pioli, è tornato a giocare nella sua posizione preferita, ovvero quella di trequartista sottopunta, e ha avuto un impatto importantissimo nella serie di 10 risultati utili consecutivi che il Milan ha inanellato nel campionato del post lockdown. Il suo agente, Gordon Stipic, ha avuto diversi contatti con Maldini e Massara e c’è un’apertura ampia per la permanenza di Hakan al Milan Anche per lui è possibile che venga inserita una clausola risolutoria, ma andrà trattata la cifra giusta che vada a soddisfare sia il Milan sia il giocatore.

Per il centrocampo, come profilo, attenzione al ritorno in auge di Florentino del Benfica. I contatti tra i suoi agenti e Ricky Massara sono proseguiti nel corso dei mesi e il ds milanista è un grande estimatore del ’99 dei lusitani. Non c’è ancora una trattativa aperta, ma va monitorata la situazione.

La permanenza di Stefano Pioli sulla panchina del Milan, adesso, va difesa a spada tratta come – e forse più – di quanto sarebbe stato fatto nel momento in cui fosse arrivato Ralf Rangnick. La società dovrà fare da scudo a Pioli nei momenti difficili e assecondare le sue richieste in sede di calciomercato. Le necessità indicate sono evidenti: un terzino destro titolare, un mancino che stia dietro a Theo, un centrale difensivo, un centrocampista co-titolare e una (o due) prime punte in base al futuro di Ibrahimovic.