Il derby della svolta. Il Milan è tornato a essere una grande squadra

19.10.2020 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
Il derby della svolta.  Il Milan è tornato a essere una grande squadra

Riaccendere il televideo a pagina 203 dopo tanti anni e vedere il Milan lì in testa alla classifica, riguardare il tabellino del derby e vedere finalmente un risultato diverso dagli ultimi: il weekend di chi ha il rosso e il nero nel cuore è stato uno tsunami di emozioni, quelle belle, quelle forti.

La sensazione è che sia stata la gara del definitivo salto di qualità. Venti risultati utili consecutivi non si fanno per caso: se ci riesci, significa che hai valori, e se batti formazioni ben più attrezzate di te (dopo la Juve anche l'Inter), allora, forse, sei tornato ad essere una grande squadra. Può essere davvero il derby della svolta, della consacrazione, del passaggio da bella sorpresa a bellissima realtà. Questa squadra ha dimostrato di poter battere chiunque, e che sconfiggerla è diventata impresa assai difficile. Oggi l'autostima non può più essere intaccata da nessuno, ora non più. Questo non significa poter puntare allo scudetto o avere la certezza di un piazzamento in Champions League, ma potersela giocare fino alla fine senza porsi limiti, questo sì.

12 punti su 12, un solo gol subito, 9 reti segnate: numeri bellissimi, considerando anche le partenza a handicap degli scorsi anni. Quattro reti di Ibrahimovic in due presenze in campionato: Zlatan è il simbolo di questo Milan, a 39 anni, alla faccia di chi, sottoscritto in primis, non era favorevole al ritorno dello svedese. Chapeau. E' giusto riconoscere anche i grandi meriti di Mister Pioli, che finalmente ha vinto il suo derby e merita una maggiore considerazione da parte di tutti. La squadra sabato ha dimostrato di saper soffrire, qualità che da troppo tempo mancava e che serviva per compiere un ulteriore step.

Adesso piedi per terra e continuare a pedalare come da 20 parite a oggi.  Giovedì l'impegno da non sottovalutare contro il Celtic in Europa League e poi lunedì 26 ottobre la sfida casalinga contro la Roma: altro snodo fondamentale per il discorso Champions League e per le ambizioni di questo Milan.

Nel frattempo si può tornare a guardare il televideo e assistere ai processi a Inter e Juventus. Da quanto tempo non capitava?  Questo inizio di stagione, poi, ha regalato ai tifosi del Milan gioie come a nessun altro: alcune fortissime come i rigori col Rio Ave e il derby appunto. La speranza è che sia solo l'inizio.

Buona settimana a tutti!