Juve, Raiola, Napoli, Ramadani, Kjaer: una settimana di fuoco. Szoboszlai lancia messaggi: Milan, è ora di muoversi

06.07.2020 00:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
Juve, Raiola, Napoli, Ramadani, Kjaer: una settimana di fuoco. Szoboszlai lancia messaggi: Milan, è ora di muoversi

Quella che inizia oggi sarà una settimana molto intesa sia sul campo sia sul mercato per il Milan. I rossoneri, che nel post lockdown hanno ottenuto 10 punti in 12 partite facendo aumentare i rimpianti per il 2-2 di Ferrara, si apprestano a chiudere il ciclo terribile con Juventus e Napoli. Contro i bianconeri, domani sera, Pioli potrebbe schierare la stessa formazione che ha dominato all’Olimpico, anche perché Calhanoglu dovrebbe recuperare a pieno dalla botta subita contro i biancocelesti. E servirà un Milan senza paura, senza timore reverenziale verso i bianconeri, ai quali i rossoneri hanno consegnato il più 7 sulla Lazio e che verranno a San Siro con il tentativo di poter provare a incamerare altro fieno in cascina. Ma il Milan ha bisogno di quei punti, così come avrà bisogno di quelli che saranno messi in palio contro il Napoli sabato. Perché l’obiettivo, il patto che i giocatori si sono fatti dentro lo spogliatoio, è quello di provare a riprendere la Roma. Una promessa che ha preso ancor più forza dopo la vittoria nello scontro diretto e dopo il sacco capitale di due giorni fa.

Dietro la scrivania, invece, questa potrebbe essere la settimana degli incontri con Mino Raiola e Fali Ramadani. I due super agenti dovranno parlare con i dirigenti di Casa Milan per le questioni Donnarumma (Raiola) e Rebic (Ramadani). Ma anche per gli altri loro assistiti in orbita rossonera. I segnali sono positivi, sia per Gigio sia per Ante, ma in entrambi i casi vanno trovare le formule giuste per riuscire a portare a casa il risultato sperato. Di sicuro c’è che il Milan sta operando sul mercato, sia per trattenere il suo top player sia per trovare la quadra in merito all’acquisizione a titolo definitivo di Rebic. E poi ballano diversi nomi, da Dumfries con Raiola a Milenkovic e Jovic con Ramadani. Ma occhio anche ad altri profili che potrebbero emergere.

Ma nel corso di questa settimana il Milan dovrà anche decidere se attivare o meno la clausola di riscatto di Kjaer, che costerebbe 3,5 milioni da versare al Siviglia (che se andasse in Champions, sarebbe obbligato a comprare Suso). Perdere un giocatore così, per quella cifra, a mio modo di vedere sarebbe delittuoso. Non dico che ci devi costruire la difesa del futuro, ma serve come il pane avere gente del genere in campo e nello spogliatoio. Quello stesso spogliatoio dove molti tifosi vorrebbero vedere Dominik Szoboszlai. Il Napoli si è fatto sotto con gli agenti, il Milan lo ha sondato da tempo (già dai tempi di Boban…) e ora serve arrivare a quagliare. Se dovesse saltare, potrebbe riaprirsi Koopmeiners dell’AZ così come rimane viva l’opzione Bakayoko.