Milan, al più presto incontro Ibra-Gazidis. Un giovane francese per la retroguardia

20.05.2020 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Milan, al più presto incontro Ibra-Gazidis. Un giovane francese per la retroguardia

I segnali Ibrahimovic li sta lanciando via social e non solo, anche tramite qualche indiscrezione che filtra da Milanello. Lo svedese non ha chiuso le porte ai rossoneri, ma vuole capire le intenzioni della società. Ora però tocca al Milan stringere, dovrà essere Ivan Gazidis a muoversi per incontrare Ibra e cominciare a parlarne in modo concreto. Le indiscrezioni quotidiane su Zlatan sono tante, dalla suggestione Bologna (con l’amico Mihajlovic che lo vorrebbe con sé l’anno prossimo), passando per l’Hammarby, società di Stoccolma di cui Ibra è co-proprietario. Ma la priorità ce l’ha il Milan, la domanda è se anche il Milan ha davvero intenzione di proseguire con lo svedese.

Con l’avvento di Rangnick i rossoneri potrebbero cambiare strategia e programmi per il futuro e puntare su giocatori giovani, così Ibra potrebbe non essere più il fulcro della squadra. Ed è proprio questo ciò che desidera sapere il campione di Malmö, se dovesse avere ancora un ruolo dominante in squadra allora potrebbe proseguire la sua carriera in rossonero, altrimenti prenderebbe altre strade. La scelta del prossimo allenatore e i programmi del club saranno i motivi principali della sua scelta, non è una questione economica. Il faccia a faccia con Gazidis sarà fondamentale, e ci auguriamo che possa avvenire prima possibile per stoppare voci e indiscrezioni. Se invece non avverrà, potrà essere letta anche come la volontà del club di lasciar partire Ibra senza provare a trattenerlo. Il nodo Zlatan sarà un banco di prova importante per Gazidis, così come il rinnovo di Donnarumma.

In entrata invece il Milan continua a monitorare diversi profili per la difesa. Qualche settimana fa abbiamo parlato di Mohamed Simakan dello Strasburgo, ma oltre ad un colloquio con Maldini nelle scorse settimane, non ci sono stati ulteriori sviluppi. Sempre in Francia il Milan potrebbe pescare dal Psg, perché interessa molto Tanguy Kouassi, difensore centrale che ha esordito questa stagione in Ligue 1 da titolare e pure in Champions League. Kouassi fino all’interruzione del torneo ha totalizzato sei presenze in Ligue 1, tre in Coppa di Francia e due in Champions, e non ha ancora compiuto diciotto anni. Il Milan lo prenderebbe a zero, essendo in scadenza di contratto a giugno, dunque un affare interessante. Ci sono anche altri club stranieri su Kouassi ma il ragazzo sembra intenzionato a giocare e quindi a scegliere la soluzione che gli permetta di avere maggior spazio. Moncada è al lavoro con la famiglia del ragazzo, e lui che conosce bene il mercato francese ha una corsia preferenziale.

Intanto è arrivato ieri sera l’ok del Cts al protocollo modificato, un via libera che consentirà al Milan di svolgere nei prossimi giorni allenamenti collettivi. Ieri mattina sono stati effettuati i tamponi ai giocatori, mentre l’unico che non si sta allenando a Milanello è Franck Kessie, ancora in quarantena dopo il rientro dalla Costa d’Avorio.