Milan, attesa snervante per Ibra: le ultime. Pioli, la soddisfazione del club

Direttore di MilanNews.it, collabora con il "Corriere dello Sport" e Tuttomercatoweb. Ha lavorato in passato con RMC Sport, Sportitalia e INFRONT.
11.12.2019 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Milan, attesa snervante per Ibra: le ultime. Pioli, la soddisfazione del club

La trattativa prosegue senza sosta, il Milan non molla la presa su Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese venti giorni fa aveva ricevuto l’offerta da parte di Boban e Maldini attraverso Mino Raiola. Un’offerta che col tempo è stata anche modificata e migliorata ma che non ha colpito ancora Zlatan. Il Milan ha messo sul piatto sei mesi a 3 milioni netti, con la possibilità di estendere il contratto di un altro anno in base ad alcune condizioni, e la conquista della Champions League potrebbe essere tra queste. Ibra invece vorrebbe un contratto di 18 mesi, e un ingaggio più alto.

La differenza economica e sulla durata del contratto ha portato lo svedese a prendere tempo. Il Milan aspetta una risposta, consapevole di aver fatto il massimo per un giocatore importantissimo ma comunque 38enne. I milioni messi sul piatto sono tanti, e ora si aspetta un cenno da parte dello svedese che ormai riflette da più di 20 giorni. Un’attesa che sta lasciando anche un po perplessa la dirigenza, poiché si attendeva una trattativa molto più breve. C’è chi è pronto a scommettere che si tratta di una strategia di Raiola per alzare l’ingaggio al massimo oppure per aspettare l’inserimento di un’altra squadra. Il Napoli è interessato, il Bologna si è tirato fuori, mentre dalla Premier qualcuno inizia a muoversi. Il Milan però non vuole partecipare ad aste e soprattutto non ha intenzione di aumentare l’offerta economica, ritenuta già molto seria e vantaggiosa per il giocatore. Quindi c’è ancora da aspettare per capire il finale di questo tormentone di mercato.

Le due vittorie di fila hanno riportato entusiasmo a Milanello, e in molti iniziano a parlare bene del lavoro di Stefano Pioli. Il tecnico di Parma è arrivato in punta di piedi e pian piano sta rialzando i rossoneri da una situazione davvero complicata. Sette punti contro Napoli, Parma e Bologna, e la consapevolezza che ora la squadra inizia a girare. Alcuni giocatori sono completamente recuperati, come Andrea Conti o Jack Bonaventura, altri sono sulla via della guarigione come Piatek. Il tecnico è stato bravo a trasmettere sicurezza ed il lavoro è stato molto apprezzato dalla dirigenza, con Maldini e Massara che spesso assistono agli allenamenti al centro sportivo, e possono osservare da vicino il modo in cui Pioli si rapporta col gruppo. C’è tanto dialogo, un lavoro tattico e fisico, infatti il Milan corre meglio perché posizionato con un certo criterio in campo. La squadra sta girando e spera di ottenere il terzo successo di fila in campionato, mai accaduto in questa stagione.