Milan-Bakayoko, la strategia per riprenderlo. Cessioni, 6-7 giocatori sul mercato

12.08.2020 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Milan-Bakayoko, la strategia per riprenderlo. Cessioni, 6-7 giocatori sul mercato

Il Milan non è entrato ancora nel vivo del mercato perché concentrato su Zlatan Ibrahimovic. La firma dello svedese è troppo importante e la dirigenza vuole chiudere prima questo importante capitolo e poi aprire quello degli acquisti. Tuttavia telefonate e messaggi con procuratori e intermediari vanno avanti senza problemi, e infatti i rossoneri continuano a coltivare il sogno Tiémoué Bakayoko. La trattativa non sarà facile e non avrà tempi brevi, e se il giocatore ha accettato di ridursi l’ingaggio (anche se non c’è ancora accordo sulle cifre), bisogna trattare soprattutto con il Chelsea. I Blues attualmente chiedono 22-23 milioni di euro, motivo per cui i rossoneri hanno deciso di attendere che il prezzo cali, e con il passare dei giorni monitorare attentamente la situazione. L’obiettivo è pagarlo 16-17 milioni e dunque ci sarà ancora da aspettare, ma il dialogo con il Chelsea è cominciato. 

Come caratteristiche Bakayoko piace molto, al punto che già l’anno scorso i rossoneri hanno fatto un tentativo per riprenderlo, ma poi era arrivato il no di Giampaolo poiché dal punto di vista tecnico e tattico aveva in mente un altro Milan. Il suo nome però è sempre rimasto attuale in sede, e lo stesso Baka dopo una stagione non certo esaltante con il Monaco vorrebbe tornare al Milan. A Londra non rientra nei piani ma i Blues non vogliono certo regalarlo, per questo i rossoneri aspetteranno ancora. I numeri sono tutti dalla sua parte, e potrebbe essere un rinforzo importante a centrocampo. Quando il Milan ha schierato Bakayoko titolare nell’annata di Rino Gattuso, la squadra è passata dal subire 1,3 reti per gara a 0,8. Inoltre nella stagione 2018/19 Tiémoué è stato il giocatore che ha vinto più duelli (272) e nel suo periodo rossonero ha intercettato più palloni di tutti (68) e più dribbling in tutte le competizioni (79).

Nel frattempo ieri la società rossonera ha chiuso il giovane attaccante svedese Emil Roback, proveniente dall’Hammarby, squadra di cui Ibrahimovic è co-proprietario. Un 17enne molto promettente che andrà a rinforzare la formazione Primavera. Su Roback c’era anche l’Arsenal e il Bayern Monaco. Ieri sera lo sbarco a Milano e stamattina le visite mediche alla Madonnina.

In uscita invece ci sono almeno 6-7 giocatori che potrebbero partire. Non vuol dire che il Milan li venderà tutti, ma per questi giocatori il club è disposto a valutare le offerte. Ricardo Rodriguez è in trattativa con il Torino e non c’è ancora la fumata bianca perché i granata chiedono un forte sconto sulla richiesta di 4,5 mln del Milan. Poi Davide Calabria piace al Betis e al Siviglia, mentre Diego Laxalt è finito nel mirino della Lokomotiv Mosca, e per Andrea Conti qualche sondaggio dall’estero. Uno tra Musacchio e Duarte dovrebbe partire, ma con l’infortunio all’argentino è più facile trovare una sistemazione in prestito per il brasiliano, anche perché il Milan potrebbe acquistare un altro centrale di prima fascia. I rossoneri vorrebbero trovare una sistemazione anche per Pepe Reina, tornato dopo il prestito all’Aston Villa, e poi c’è l’incognita Lucas Paquetà. Il brasiliano si è svalutato molto e sarà complicato cederlo. Le offerte per ora scarseggiano ma potrebbe essere inserito in qualche operazione più ampia per abbassare le cifre.