Milan, sfiorato il Bakayoko-bis. In arrivo nuovi sponsor

Direttore di MilanNews.it, collabora con il "Corriere dello Sport" e Tuttomercatoweb. Ha lavorato in passato con RMC Sport, Sportitalia e INFRONT.
29.04.2020 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Milan, sfiorato il Bakayoko-bis. In arrivo nuovi sponsor

Rivoluzione in mediana per il prossimo mercato. Il Milan non rinnoverà i contratti in scadenza a Lucas Biglia e Giacomo Bonaventura, in più uno tra Franck Kessie e Lucas Paquetà potrebbe essere ceduto. L’unico vero punto fermo del centrocampo è Ismael Bennacer, il giocatore che incarna in toto i principi del nuovo Milan di Elliott, ovvero giovane e di prospettiva e con un ingaggio contenuto. L’algerino sarà uno dei pilastri del Milan della prossima stagione, e in base al modulo che avrà in mente il prossimo allenatore (Ralf Rangnick resta in pole position rispetto a tutti), potrebbe anche giocare come mezzala. L’idea della dirigenza, con Moncada e Almstadt che avranno un ruolo sempre più influente sul mercato, è quello di affiancargli un giocatore dalle caratteristiche simili a Bakayoko. In verità il Milan aveva anche pensato di confermare il francese, attualmente in prestito al Monaco, e l’estate scorsa ha ragionato a lungo per provare a riprenderlo dopo la buona stagione sotto la gestione Gattuso. Dal punto di vista tecnico però non corrispondeva con l'idea di calcio che voleva imporre Marco Giampaolo, così i rossoneri hanno rinunciato per rispettare le indicazioni dell’allenatore, che sperava di proporre una filosofia diversa. Il Milan in estate proverà a prendere un elemento che abbia le caratteristiche di Bakayoko per affiancarlo a Bennacer e dare sia sostanza che geometria al centrocampo.

Da lunedì la compagnia finanziaria ROinvesting è entrata nella lista dei partner commerciali del Milan. L’accordo con la piattaforma di trading online è stato trovato fino al 2021, dove Milan e ROinvesting lanceranno una serie di campagne digitali globali per l'intera durata della partnership. Ma ciò che abbiamo appreso è che non sarà l’unico annuncio di questi giorni. Nel giro di qualche settimana verranno rivelati nuovi sponsor, compreso il rinnovo con Emirates fino a giugno 2022, al momento non ancora ufficiale. Una serie di annunci che vanno in controtendenza con il periodo complicato che sta vivendo il mondo del calcio a causa dell’emergenza sanitaria. Ma nonostante ciò il folto team dirigenziale che nel corso dei mesi è stato rinforzato da Ivan Gazidis (sono arrivati manager stranieri come Casper Stylsvig, James Murray e Alex Rasmussen) ha finalmente prodotto un risultato per il club. Ci sarà ancora da lavorare per aumentare i ricavi e provare a raggiungere i livelli di Juve e Inter, ma con un Milan fuori dalle coppe il compito è senza dubbio più complesso.

I giocatori del Milan in questi giorni particolari si stanno allenando nelle loro abitazioni, in attesa della ripresa delle esercitazioni collettive a Milanello dal 18 maggio. I rossoneri si allenano 6 giorni su 7 e tre sedute settimanali sono aerobiche. Si lavora un’ora al giorno in modo individuale in base alle possibilità logistiche di ogni singolo atleta. Tutti i giorni, a parte la domenica, la squadra viene suddivisa in 3-4 gruppi, e il lavoro viene incentrato sull’equilibrio, forza e resistenza insieme ai preparatori. Per i portieri le sedute sono sia con la squadra ma alcune volte a parte, e tutti i giocatori utilizzano l’applicazione Zoom per restare in collegamento video. La società ha fatto arrivare attrezzi per allenarsi come panche, pesi, tapis roulant ed elastici nelle singole abitazioni dei giocatori. All’allenamento partecipano sia mister Stefano Pioli che fisioterapisti e staff tecnico. Tra una settimana e l’altra cambiano tipologia e gruppi di lavoro, in attesa del 18 maggio.