Mirabelli, i tifosi della Juve (e non solo), gli assassini di Liverpool: hanno ragione i beccamorti

27.04.2018 00:00 di Luca Serafini Twitter:    Vedi letture
Mirabelli, i tifosi della Juve (e non solo), gli assassini di Liverpool: hanno ragione i beccamorti

Bello schifo. Si arrivava dall’impresa della Roma sul Barcellona, della mezza impresa della Juve a Madrid, dal Napoli che riapre il campionato. Era una specie di favola. Le soddisfazioni per l’orogogliosa sopravvivenza del calcio italiano che gli immortali becchini cercano di seppellire da 60 anni, è miseramente collassata di fronte agli eventi di questa settimana ignobile, disarmante. Prima le contestazioni dei “tifosi” del Bologna, poi quelle dei “tifosi” del Cagliari (dei tifosi del Bologna e del Cagliari, vi rendete conto??? Ma che cacchio contestano???), poi quelli della JUVENTUS! Sì, è così! Abbiamo votato da 2 mesi, non fanno uno straccio di governicchio, provano inciuci destra sinistra centro 5 stelle 4 stronzi ma nessuno dice niente, nessuno va in piazza. CI VANNO per contestare la JUVENTUS!!!, 6 scudetti, 2 finali di Champions, Coppe Italia e altri ammennicoli, capite??! In un giorno feriale si radunano a Vinovo per protestare !!! Nell’isteria di questo calcio di psicotici, sale sulla graticola Massimiliano Mirabelli al Milan. Io non lo conosco, non ci siamo mai incontrati, non so se sia simpatico o arrogante, ma ha speso 240 milioni per rifare una ROSA non una squadra. Una ROSA che era ridotta a una CLOACA!!! Una rosa che con un allenatore decente nel girone di ritorno SE LA GIOCA ALLA PARI con tutte le più forti, negli scontri diretti e in classifica, ma perde in modo indegno in casa con il Benevento. Invece di strizzare i calzoncini a Rodriguez, Kalinic e qualcun altro, si girano tutti verso Mirabelli che 10 giorni fa “allora non è proprio un pirla” e adesso è un demente da cacciare. Queste, cari miei, sono le isterie che distraggono la capacità di analisi e la serietà dei giudizi. Ci sono in ballo ancora un piazzamento in EL e una FINALE DI COPPA ITALIA, ma al Milan tutti fanno bilanci, finanziari e sportivi, già al 23 aprile!! Mentre i tifosi di Bologna, Cagliari e Juventus CONTESTANO! Forse sono io che non ci capisco più niente, può darsi mi abbia aggredito la demenza senile. O, più probabilmente, hanno ragione quei gufi becchini che da mezzo secolo danno il calcio per morto. Con l’isteria e la demenza invece gli assassini di Liverpool che portano al collo una sciarpa giallorossa non c’entrano: quella è criminalità pura, quella è il risultato inevitabile di un calcio in mano a troppa gente che al posto del cervello ha una tazza da cesso. Intasata. Ma nessuno, a parte indignarsi, fa niente, nessuno dice niente. È più grave un video di un pistolone di 19 anni che sfotte suo zio, invece di un coglione che minaccia e insulta un comico sui social. È più grave un acquisto sbagliato di un lavativo parassita con la maglia rossonera. In molti, qui in Italia, si meritano Ventura. E quindi di stare a casa a guardarli, i Mondiali. Il nostro calcio di un altro mondo, infatti, non perde occasione per dare ragione ai beccamorti.