Piatek da paura! 70 mln a gennaio è record, ma non prendere l’esterno sarebbe un peccato: Milan provaci ancora

30.01.2019 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 92850 volte
Piatek da paura! 70 mln a gennaio è record, ma non prendere l’esterno sarebbe un peccato: Milan provaci ancora

Gonzalo Higuain è stato già dimenticato, il nuovo idolo di San Siro è Krzysztof Piatek, autore di una partita pazzesca a San Siro contro il Napoli. Una doppietta in meno di mezz’ora, in una gara in cui ha messo alle strette tutta la difesa partenopea, e soprattutto un certo Koulibaly. Il primo gol agli azzurri è stato un misto di rapidità e forza fisica, con il mirino puntato all’angolino. Il secondo invece è spaventosamente bello per il movimento veloce con cui salta il difensore azzurro e piazza la palla sotto l’incrocio, uno spettacolo. Un giocatore così non si vedeva da tempo nello stadio milanese, e ora il tifoso rossonero sogna di aver finalmente trovato il bomber che da anni manca in rossonero. Non poteva presentarsi meglio la punta polacca, e ora sono già tutti pazzi di lui.

Mancano poche ore prima della chiusura del calciomercato e il Milan è ancora alla ricerca di un attaccante esterno. Nel mese di dicembre sia Leonardo che Gattuso hanno più volte dichiarato che gli obiettivi fossero due: prendere un esterno offensivo e un centrocampista, rinforzi che per ora non sono ancora arrivati. C’è ancora tempo per formalizzare almeno un colpo in queste ore finali, anche perché non farlo vorrebbe dire sprecare una grande chance per la Champions. Il Milan ha una squadra competitiva, e lo dimostrano i punti in classifica, ma con un aiuto in più si viaggerebbe con maggiore serenità nel girone di ritorno. Il gruppo rossonero nonostante sia costantemente in emergenza per infortuni e squalifiche, è perfettamente in linea con l’obiettivo stagionale, ma questo è un campionato molto equilibrato dove un punto in più e uno in meno rischia di estromettere la squadra dal quarto posto a fine stagione. Sarebbe opportuno correre meno rischi possibili, investire a gennaio e poi tirare le somme a giugno, e se le cose non dovessero andare per il verso giusto, si potrebbe sempre correre ai ripari con una cessione nel nome del bilancio.

Il Milan è la squadra italiana che ha speso di più a gennaio, ben 70 milioni più bonus per Lucas Paquetà dal Flamengo e Piatek dal Genoa, ma i due grandi investimenti potrebbero non bastare. Paquetà sostanzialmente andrebbe a sostituire l’infortunato Bonaventura nel ruolo di mezzala, mentre Piatek prende il posto di Higuain in attacco. A livello numerico il Milan si ritrova nella stessa situazione di settembre scorso, con lacune a centrocampo e sugli esterni se vuole continuare con il 433. E’ più che apprezzabile il grosso investimento della società, perché Elliott ha dimostrato ancora una volta solidità e affidabilità tirando fuori 70 milioni nel mercato di gennaio e comprando giocatori a titolo definitivo e non in prestito, come fatto da altri club. Ma servirebbe un ultimo sforzo.

Il Milan sta ancora cercando di rinforzarsi e sa benissimo che in rosa manca l’esterno che salti l’uomo e crei superiorità numerica, proprio per questo fino a poche ore fa ha insistito nel riportare a Milano Gerard Deulofeu dal Watford, ma la richiesta eccessiva degli inglesi ha portato Leonardo a cambiare obiettivo. Tuttavia è l’ennesima prova che la società sta provando fino all’ultimo a comprare il rinforzo chiave per il 433 di Gattuso.