Sabato si misura le crescita del Milan, stop ai ko con le big. Conti nuova risorsa, tocca rigenerare Piatek e Paquetà

20.11.2019 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Sabato si misura le crescita del Milan, stop ai ko con le big. Conti nuova risorsa, tocca rigenerare Piatek e Paquetà

Cinque partite da qui alla sosta di Natale. Non serve fare tabelle, ma il Milan deve portare a casa quanti più punti possibili per chiudere degnamente il 2019. Poi con il mercato di gennaio e con un assetto migliore che consenta l’assestamento del gruppo, Pioli dovrà tentare nel girone di ritorno l’assalto all’Europa League. Punti, ora servono solo punti, perché contro Lazio e Juve si è intravisto qualcosa di positivo nel gioco, maggiore consapevolezza nei movimenti e nelle giocate, ma poi gli errori hanno rovinato tutto, come sempre. Dunque bisogna abbassare la soglia delle sviste individuali, essere concentrati per tutta la durata del match e provare soluzioni alternative se l’attacco non gira.

Sabato c’è il Napoli, finalmente torna il calcio giocato dopo l’odiosa sosta per le nazionali e si torna a parlare di campo. Il Milan ha l’obbligo di fermare il Napoli, perché gioca in casa con una cornice di pubblico invidiabile (bravi i tifosi ad accorrere in massa nonostante la classifica penosa), e perché prima o poi bisognerà cominciare a fermare una big del nostro campionato.

Dopo aver perso contro Inter, Roma, Lazio e Juve, il Milan non può capitolare per la quinta volta di seguito in questa stagione contro una “grande”, sarebbe inoltre l’ottava sconfitta in 13 partite, un’altra macchia nella storia del club. Per questo i rossoneri devono fare di tutto per evitare l’ennesima serata storta, l’ennesima figuraccia e scendere in campo determinati. Pioli in settimana ha lavorato poco con i titolari a causa dei 12 convocati in Nazionale, ma ha apprezzato l’utilizzo dei tanti Primavera, tra cui Daniel Maldini che lunedì ha messo a segno una bella tripletta, insieme alle reti di Conti e Bonaventura.

Il terzino si è rigenerato dopo la buona prestazione contro la Juve, e spera che sia l’inizio di una lunga serie di gare positive. All’ex Atalanta serve fiducia dopo due crociati rotti e tanta sfortuna. Potrebbe essere una risorsa importante su una fascia, quella destra, in cui il Milan ha subito tanti gol e da dove sono arrivati i pericoli peggiori per la difesa.

Ora la missione di Pioli è rigenerare anche Piatek e Paquetà, entrambi a segno con le rispettive nazionali. Sono stati due investimenti troppo importanti per non essere sfruttati al massimo. Il polacco non può essersi dimenticato come si segna, e il brasiliano non ha dimenticato come si gioca a calcio. Ma da parte loro serve un segnale di crescita, una spinta positiva per aiutare tutto il gruppo, solo così il Milan può tirarsi fuori dai guai.